Scuola di Applicazione, avvicendamento al vertice: il gen Berto ha ceduto il comando al gen Fungo

Oggi, 2 febbraio, si è svolta a Palazzo Arsenale, sede del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, a Torino, la cerimonia di avvicendamento tra il Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto e il Generale di Divisione Giovanni Fungo, ha fatto sapere con un comunicato stampa odierno lo stesso Comando.

L’evento si è condotto dinanzi alla Bandiera d’Istituto decorata di medaglia d’argento al Valore Militare, al Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito (COMFORDOT), Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, e alle massime autorità locali.

“A confermare i forti legami esistenti tra territorio e Forza Armata – sottolinea la Scuola di Applicazione nel suo comunicato – i gonfaloni della Città di Torino, medaglia d’oro al valor militare e della Regione Piemonte, schierati dinanzi al reparto di ufficiali frequentatori e alla fanfara della Brigata Alpina Taurinense”.

Il gen Berto nel suo intervento ha “posto l’accento sull’eccellenza di una offerta formativa nella quale giocano un ruolo essenziale la decisa e la efficace sinergia con mondo accademico rappresentato dalle Università di Torino, Modena – Reggio Emilia e Viterbo”.

Mentre “il gen Fungo, orgoglioso per il nuovo incarico – continua il comunicato-  ha espresso il proprio entusiasmo per questa nuova sfida umana e professionale”.

Il Comandante del Vertice d’Area, gen Serino, ha ricordato la cruciale importanza degli istituti di formazione, allo stesso tempo depositari di tradizioni e luogo ove si plasmano le future generazioni di Comandanti.

Al termine di un triennio trascorso al vertice della Scuola di Applicazione, il gen Berto si accinge ad assumere la guida del Comando Truppe Alpine (COMALP) di Bolzano, rientrando nei ranghi delle Penne Nere con il prestigioso ruolo di “Primo alpino d’Italia”, conclude la Scuola di Applicazione nel comunicato stampa.

Le bio dei Comandanti (fonte: Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito):

Generale di Divisione Giovanni FUNGO

Il Generale di Divisione Giovanni FUNGO è nato il 5 luglio 1960 a Torino. Arruolato il 26 ottobre 1979, ha frequentato il 161° Corso dell’Accademia Militare fino al 1981, anno in cui è stato nominato Sottotenente di cavalleria ed ha iniziato la frequenza della Scuola di Applicazione. Nel 1984 è stato destinato al 15° Gruppo Squadroni “Cavalleggeri di Lodi”, dove ha comandato lo Squadrone esplorante e successivamente lo Squadrone carri. Nel 1987 è stato trasferito all’8° Gruppo Squadroni “Lancieri di Montebello” dove ha ricoperto l’incarico di Comandante di Squadrone meccanizzato fino al 1989.

Successivamente viene assegnato alla Scuola di Applicazione quale Comandante di Sezione. Nel settembre del 1991 viene trasferito al 6° Gruppo Squadroni “Lancieri di Aosta”, dove ha disimpegnato l’incarico di Comandante di Squadrone Carri e di Capo Sezione OAI, partecipando all’operazione “Vespri Siciliani” fin dai suoi esordi.

Nel 1993 frequenta il 118° Corso di Stato Maggiore. Nel 1994 è inviato alla frequenza dell’Army Command and Staff Course dell’UK Army e nel 1995 viene assegnato quale Ufficiale di scambio al Comando della 3 (UK) Division. In tale periodo è stato responsabile della pianificazione congiunta delle attività addestrative e operative dei Comandi e delle unità nazionali affiliate alla Grande Unità Britannica.

Nel 1996 presta servizio allo Stato Maggiore dell’Esercito – III Reparto – Ufficio Politica Militare e Regolamenti.

Nell’anno accademico 1997/98 frequenta il 120° Corso Superiore di Stato Maggiore e il 4° Corso ISSMI.

Dal settembre 1998 al novembre 1999 ha comandato il 1° Gruppo Squadroni del Reggimento “Cavalleggeri Guide” (19°), prendendo parte alle Operazioni “Joint Guarantor” in Macedonia quale Comandante di Gruppo Tattico RSTA e “Joint Guardian” in Kosovo.

Successivamente, nel marzo 2003, ha ricoperto l’incarico di Capo Centro RSTA e Manovra. In tale veste ha contribuito all’elaborazione della dottrina relativa alla funzione RSTA ed ha assicurato l’addestramento specialistico e di integrazione dei reparti esploranti e di quelli dedicati alla funzione RSTA. Durante tale periodo ha anche disimpegnato l’incarico di Military Assistant del Comandante di KFOR in Kosovo.

Nell’aprile del 2003 ha assunto il comando del Reggimento Addestrativo RSTA, che ha tenuto fino all’aprile del 2004, quando è stato assegnato nuovamente allo Stato Maggiore dell’Esercito quale Capo Ufficio Risorse Organizzative e Comunicazione.

Nel luglio del 2007 è stato assegnato al Comando ISAF in Afghanistan, dove ha disimpegnato l’incarico di Deputy DCOS Support, seguendo gli aspetti relativi alle esigenze logistiche e di supporto del Teatro di Operazioni Afgano.

Dal 12 dicembre 2007 ha ricoperto l’incarico di Capo Ufficio Pubblica Informazione dello Stato Maggiore dell’Esercito e di Portavoce del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito.

Promosso Generale di Brigata, ha comandato la Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”.

Dal 2010 al 2013 ha ricoperto l’incarico di Assistant Chief of Staff Capability Engineering e IT Senior National Officer presso il Supreme Allied Command Trasformation in Norfolk (USA).

Rientrato in Patria ha disimpegnato gli incarichi di Vice Comandante per la Formazione dell’Esercito e di Capo di Stato Maggiore del Comando di Reazione Rapida della NATO (NRDC-ITA).

Successivamente, Capo del II Reparto Informazioni e Sicurezza dello Stato Maggiore della Difesa e da settembre 2016 a novembre 2017 ha comandato la missione NATO in Kosovo.

Rientrato in Patria assolve l’incarico di Vice Comandante del Comando delle Forze Operative Terrestri e Comando Operativo Esercito e dal 2 febbraio 2018 Comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito.

È laureato in Scienze Strategiche presso l’Università di Torino ed ha conseguito il Master di 2° livello in “Comunicazione Istituzionale” presso l’Università di Roma “Tor Vergata”.

È decorato di una Medaglia d’Argento al Valore dell’Esercito, una Croce di Bronzo al merito dell’Esercito e di Medaglia Militare di Bronzo al merito di lungo Comando.

Generale di Corpo d’Armata Claudio BERTO

Nato a Torino il 26 agosto 1958, ha frequentato il 159° corso dell’Accademia Militare di Modena negli anni 1978 – 1979 e la Scuola di Applicazione di Torino nel biennio 1980 – 1981.

Nel corso della propria carriera ha prestato servizio presso le Brigate alpine Taurinense e Julia, il Comando del IV Corpo d’Armata alpino, la Scuola Militare Alpina, lo Stato Maggiore dell’Esercito e diversi Comandi NATO.

Laureato in Scienze Strategiche presso l’Università degli Studi di Torino, in possesso di analogo Master conseguito nello stesso ateneo; Master presso La Sapienza di Roma e Corso per Dirigenti del Ministero della Difesa presso l’Università degli Studi Link Campus University, il Generale Claudio Berto è ottimo conoscitore della lingua inglese ed ha assolto i seguenti, principali incarichi:

  • Comandante del Battaglione alpini “Susa” a Pinerolo;
  • Comandante di Task Force a Sarajevo (Bosnia Erzegovina);
  • Capo di Stato Maggiore della Scuola Militare Alpina di Aosta;
  • Deputy Chief J3 del NATO HQ KFOR a Pristina (Kosovo);
  • Comandante del 9° reggimento alpini a L’Aquila;
  • Comandante della Task Force “Nibbio” in Afghanistan;
  • Capo Ufficio PI presso il V Reparto di SME a Roma;
  • Comandante del Centro Addestramento Alpino di Aosta;
  • Comandante della Brigata Alpina Taurinense a Torino;
  • Comandante del Regional Command West ISAF ad Herat (Afghanistan);
  • Comandante della Regione Militare Nord;
  • Capo del V Reparto Affari Generali dello SME;
  • Vice Comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito.

I principali corsi di qualificazione professionale frequentati sono:

  • International Winter Patrol course a Weingarten (Germania);
  • Corso di paracadutismo militare a Livorno e di educazione fisica a Torino;
  • Corso d’ardimento -Pattugliatore Scelto a Cesano (RM);
  • Corsi formativi e di perfezionamento sciistico e alpinistico ad Aosta;
  • 116° corso superiore di Stato Maggiore a Civitavecchia;
  • Multinational Force Course a Oberammergau (Germania);
  • Corso di “Public Information Officer” a Roma;
  • 62^ sessione ordinaria dell’Istituto Alti Studi per la Difesa a Roma.

È insignito delle seguenti decorazioni:

  • Cavaliere e Ufficiale dell’Ordine Militare d’Italia;
  • Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana;
  • Croce d’oro per anzianità di servizio militare;
  • Meritorius Service Medal per operazione in Afghanistan;
  • Medaglie NATO per le operazioni nella ex Jugoslavia, in Kosovo e in Afghanistan;
  • Croce commemorativa per le missioni di pace in Bosnia Erzegovina e Afghanistan;
  • Medaglie di bronzo e d’argento al Merito di Lungo Comando;
  • Croce di bronzo al Merito dell’Esercito;
  • Medaglia di benemerenza per l’emergenza alluvione in Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria;
  • Medaglia Mauriziana al Merito di Dieci Lustri di carriera militare;
  • Medaglia NATO per servizio meritorio;
  • Medaglia USA “Legion of Merit”;
  • Medaglia per la cooperazione con le Forze Armate Slovene;
  • Medaglia per la cooperazione con le FFAA Albanesi.

Comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito dal 18 febbraio 2015 al 1 febbraio 2018, dall’8 febbraio 2018 assumerà sarà Comandante delle Truppe Alpine nella sede di Bolzano.

Articoli correlati:

La Scuola di Applicazione in Paola Casoli il Blog

Il gen Berto in Paola Casoli il Blog

Il gen Fungo in Paola Casoli il Blog

Il COMALP in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito