Scuola Sottufficiali: il XIX Saldezza sui luoghi della Battaglia del Trasimeno del 217 a.C.

Sabato 21 luglio scorso gli Allievi Marescialli del XIX corso Saldezza, nell’ambito delle iniziative dedicate all’approfondimento di tematiche storico militari, si sono recati nel comune di Tuoro sul Trasimeno (Perugia), fa sapere la Scuola Sottufficiali dell’Esercito con un comunicato stampa del 23 luglio, sui luoghi della Battaglia del Trasimeno combattuta tra Romani e Cartaginesi nel 217 a.C. nella Seconda Guerra Punica.

Nell’arco della giornata, gli allievi hanno fatto visita al “Museo di Annibale sul Trasimeno”, nel caratteristico Palazzo del Capra, dove, articolato in tre ambienti espositivi, è disponibile un apparato didattico composto da video tematici, video racconti e pannelli didascalici che guidano negli avvenimenti del 217 a.C.

A seguire il “Percorso Annibalico”, un cammino nel luogo della battaglia costituito da 13 soste con stazioni a tema in luoghi peculiari della vallata di Tuoro. Le piazzole, legate a momenti significativi dello scontro, propongono varie tematiche di approfondimento: contenuti storico-militari, geografico-storici e archeologici.

Ogni stazione, legata ai movimenti degli eserciti, si compone di tre allestimenti: il primo, presenta l’insieme dei “Percorsi tra natura, storia, arte e tradizioni del Comune di Tuoro sul Trasimeno”; nel secondo viene illustrato l’argomento trattato nella stazione, consentendo di seguire il racconto della battaglia stessa, dagli antefatti all’epilogo finale; il terzo offre la possibilità di mettere in relazione il tema trattato nella stazione con le teorie principali sulla Battaglia del Trasimeno, in particolare del Nissen (1867), di Fuchs (1904) – Pareti (1912) – De Sanctis (1917), di Susini (1960) e di Brizzi – Gambini (2008).

Come in altre occasioni, anche questo Battlefield Tour ha consentito di prendere contatto con i luoghi teatro di un’importante operazione militare, si legge dal comunicato, al fine di comprenderne le dinamiche e il processo decisionale adottato nelle varie fasi di pianificazione, organizzazione e condotta. “Tale tipologia di attività, tesa all’analisi dell’evento storico e al suo riesame sul campo, valorizza ancor più un percorso formativo che si pone come obiettivo quello di creare junior leader sempre più capaci e preparati”, spiega la Scuola.

Per tutti gli Allievi Marescialli della Scuola Sottufficiali dell’Esercito si tratta di un mese di luglio intenso: impegnati con l’Esercitazione Una Acies 2018, in “un’unica schiera” partecipano a una serie di attività volte a standardizzare le capacità operative di uomini e donne della Forza Armata appartenenti a diverse categorie.

Ufficiali e Allievi Marescialli si addestrano insieme per acquisire un comune bagaglio di conoscenze, indispensabile premessa per un futuro professionale all’insegna dell’efficacia e dell’efficienza. Un ciclo di attività, essenzialmente pratiche, finalizzate a dotarli degli strumenti professionali idonei al ruolo di junior leader che andranno a ricoprire nell’ambito delle unità dell’Esercito Italiano.

Articoli correlati:

Scuola di Applicazione, Una Acies 2018: 197° Tenacia e 19° Saldezza insieme in esercitazione di plotone a fuoco (23 luglio 2018)

Fonte e foto: Scuola Sottufficiali dell’Esercito