Il CME Puglia partecipa con i suoi runner alla Stramaglie 7° Trofeo Salvatore Rizzo

Una squadra di atleti del Comando Militare Esercito (CME) Puglia parteciperà il prossimo 9 giugno alla “Stramaglie” – 7° Trofeo Salvatore Rizzo, sulla distanza di 9,100 Km. inserita nel calendario provinciale Fidal di Lecce, quale quinta tappa del campionato provinciale su strada “Salento Tour”.

Ne ha dato notizia lo stesso Comando con un comunicato stampa.

La gara, organizzata dall’Asd Podistica Magliese in collaborazione con Proloco e la Fondazione Capece, è patrocinata dal Comune di Maglie ed è aperta ad atleti agonisti e non di tutte le fasce d’età, si apprende.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, magliese di adozione, ha sottolineato come l’Esercito aderisce con slancio a tutti gli eventi sportivi e comunicativi in cui ci siano risvolti di tipo sociale culturale o sportivo.

“Abbiamo recentemente partecipato con una squadra costituita da militari in servizio nelle Unità pugliesi alla Race for the Cure, dove siamo riusciti a conquistare il podio nella gara competitiva, ma anche, durante il 2018, alla Bari Half Maraton e alla Bari Race Run, sempre conseguendo ottimi risultati e veicolando un positivo messaggio della Forza Armata. Inoltre, abbiamo firmato un protocollo d’intesa per introdurre la scherma nelle scuole, che ci vedrà prossimamente coinvolti a San Severo in provincia di Foggia, cogliendo un’altra occasione per essere vicini ai giovani e diffondere i valori insiti nella Forza Armata e nello sport”, ha sottolineato il Comandante.

Per l’occasione sarà allestito un Infopoint, per consentire ai giovani cittadini di informarsi circa le possibilità professionali offerte dalla Forza Armata e le modalità di accesso ai vari concorsi.

“La presenza dell’Esercito alle più significative manifestazioni sportive della regione Puglia consolida l’immagine di un’Istituzione impegnata nella divulgazione di tutti quei valori insiti nello sport e rappresenta un efficace veicolo per la divulgazione della Cultura della Difesa, conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia