COMFOTER SPT: stipulata convenzione con Casa Circondariale di Montorio

È stata stipulata venerdì 15 novembre, nella splendida cornice di Palazzo Carli a Verona, la Convenzione tra il Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto, la Direzione della Casa Circondariale di Verona rappresentata dalla Direttrice, Dottoressa Mariagrazia Bregoli, il Tribunale di Sorveglianza di Venezia, nella persona della Dottoressa Isabella Cesari, e la Dottoressa Margherita Forestan, Garante dei Diritti delle persone private della libertà personale, fa sapere con un comunicato stampa lo stesso Comando.

“La Convenzione, unica nel suo genere, consentirà di avviare un percorso di stretta collaborazione tra le citate istituzioni e i rappresentanti degli organismi statali, definendo nuovi ambiti per ampliare e consolidare le possibilità formative e di crescita professionale dei soggetti in espiazione di pena, con l’obiettivo di favorirne il reinserimento socio-lavorativo”, si apprende in dettaglio.

In particolare, attraverso tale accordo si metteranno a disposizione dei detenuti della Casa Circondariale di Verona opportunità lavorative per lo svolgimento di lavori a titolo volontario e gratuito, nonché altre prestazioni di lavoro di pubblica utilità, pertinenti la specifica professionalità dei singoli individui volte alla manutenzione e alla preservazione del decoro del Centro Polifunzionale intitolato alla memoria della Medaglia d’Argento al Valor Militare Cap. Manuel Fiorito, frequentato ormai da anni da numerosi cittadini veronesi.

“Il Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Gen. C.A. Giuseppenicola Tota, – conclude il comunicato – ha sottolineato l’importanza di tale inedita convenzione che rafforza il già solido legame tra istituzioni e cittadini e accresce l’impegno dell’Esercito in simili iniziative benefiche di altissimo spessore sociale, offrendo la possibilità a chi ha commesso degli errori di riscattarsi nella società attraverso il lavoro”.

Fonte e foto: COMFOTER Supporto