Set 14, 2021
33 Views
0 0

SW UNIFIL: esercitazione interforze Resilient Link III

Written by

Si è conclusa il 9 settembre scorso, nella base Green Hill di Naqoura, nel Libano meridionale, l’esercitazione multinazionale interforze Resilient Link III – 2021, che ha visto impegnati per due giorni i Posti Comando Avanzati – Forward Command Post (FwCP) dei contingenti militari di UNIFIL.

Ne ha dato notizia con un comunicato stampa il Sector West (SW) di UNIFIL.

Il contingente nazionale italiano, sotto il comando della Brigata Aeromobile Friuli, responsabile dell’SW di UNIFIL, ha partecipato con il proprio Forward Command Post alla complessa esercitazione.

“L’HQ Support Unit su base battaglione Pordoi del 2° Reggimento Trasmissioni Alpino di Bolzano ha enucleato il FwCP completo di assetto di Force Protection e componente logistica di supporto necessaria”, spiega in dettaglio  il comunicato.

L’esercitazione ha visto per la prima volta dispiegati tutti i FwCP di UNIFIL. Oltre a quello italiano erano schierati anche quelli enucleati dal comando di UNIFIL, dal comando di Sector East su base spagnola, dalla Force Command Reserve su base francese e dalla Maritime Task Force su base tedesca.

L’esercitazione si proponeva di verificare l’efficacia delle procedure di prontezza operativa, la velocità nel creare una capacità di backup Communication and Information System (CIS) nell’Area di Responsabilità (AOR) e di controllare le capacità operative sia del personale preposto alle comunicazioni che dei materiali tecnici.

La Resilient Link III si è sviluppata attraverso l’impiego di sistemi di comunicazione satellitari, radio HF e VHF, PC campali e sistemi di supporto tecnico per la realizzazione di reti telefoniche, maglie radio e più reti data finalizzate alle connessioni tra gli FwCPs, le unità schierate e la Madrepatria.

“La capacità di dispiegare rapidamente sul terreno una struttura di comando e controllo in grado di utilizzare un network di comunicazione multilivello – conclude il comunicato stampa di SW – rende il contingente italiano in grado di contribuire al mantenimento del cessate il fuoco, che è uno dei compiti impliciti assegnati a UNIFIL nel rispetto della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite”.

L’hashtag per parlarne sui social è #UnaForzaperilPaese

Fonte e foto: SW UNIFIL

 

Article Categories:
Forze Armate · Libano