Mag 31, 2009
62 Views
0 0

Volo per passione: World Air Games Torino 2009

Written by

mongolfiera_roberto-spagnoli

Otto giorni dedicati agli sport del volo: sono gli World Air Games (Wag) – Torino 2009. La manifestazione, che prenderà il via il prossimo 6 giugno con una cerimonia in piazza San Carlo a Torino a partire dalle 19, ha come top sponsor Agusta Westland, Alenia Aeronautica, Selex Galileo, Thales Alenia e Telespazio, tutte aziende del gruppo Finmeccanica.

Nell’ambito della manifestazione si colloca la mostra interattiva “Prova a volare – La simulazione di volo dai primi aeroplani all’esplorazione spaziale” realizzata con il contributo tecnico di Alenia Aeronautica, un’esposizione che offre la possibilità di conoscere gli aspetti del volo normalmente accessibili ai soli addetti ai lavori. Rimarrà aperta al pubblico per tutta la durata delle manifestazioni (dal 6 al 14 giugno) alle Officine Grandi Riparazioni in via Castelfidardo a Torino.

I giochi si disputeranno tra Torino, principalmente l’aeroporto Torino-Aeritalia di Collegno, Mondovì e i laghi di Avigliana. Le discipline coinvolte in questi mondiali sono ben dieci e non tutte sono ampiamente conosciute. E’ il caso tra le altre del volo in mongolfiera, che in Italia ha pochi seguaci nonostante sul nostro territorio si tengano dai 15 ai 20 raduni ogni anno.

Roberto Spagnoli è uno dei pochi commissari italiani di gara di volo in mogolfiera. Si è interessato a questa disciplina, che sfrutta i principi dell’aerostatica anziché quelli dell’aerodinamica, una ventina di anni fa fino a essere recentemente nominato direttore tecnico italiano per i commissari di gara di competizioni di aerostatica: “Mi sono avvicinato per caso al volo in mongolfiera perché mi affascinava e così, dopo aver seguito qualche equipaggio, ho frequentato il primo corso in Italia per commissari di gara”.

Cosa è successo dopo quel primo corso?
Praticamente non ho più abbandonato il mondo dell’aerostatica. Ho iniziato a seguire gare e raduni in tutto il mondo (dal suo sito, www.aerostati.it, si capisce che Roberto ha visto posti bellissimi, ndr) e mi sono reso conto che l’aerostatica è un settore ancora piccolo ma molto attivo: in Italia ci sono circa una ventina di commissari di gara. Non sono molti, nonostante sul nostro territorio si tengano tanti raduni. E pensare che l’Italia presenta le occasioni più favorevoli per il volo, sia per le condizioni meteo che per gli splendidi paesaggi.

Allora è stata un’ottima scelta decidere di fare le gare in Italia, a Torino.
E’ sicuramente un grande evento per il nostro paese ed è il primo anno che gli Wag si svolgono in Italia. Si tratta della maggiore manifestazione sportiva aeronautica del mondo, mi auguro che questo contribuisca a far conoscere di più discipline poco note anche agli italiani.

La cerimonia conclusiva degli Wag 2009 avrà luogo domenica 14 giugno a partire dalle 14 all’aeroporto Torino-Aeritalia di Collegno.

Fonte: Alenia Aeronautica; World Air Games Torino 2009

Foto: Roberto Spagnoli

Article Categories:
interviste · tales