Feb 17, 2012
65 Views
0 0

L’Italia dona 138 cercamine digitali all’Esercito Libanese. Ieri la consegna a Beirut

Written by

Il Governo Italiano, si apprende dall’ufficio stampa dell’ambasciata d’Italia a Beirut via Sector West UNIFIL, ha donato 138 kit completi di cercamine digitali modello CEIA MIL-D1 e 4 sniffer per esplosivi FIDO XT corredati da 6 kit di materiale di supporto all’Esercito Libanese, per un totale di circa 500mila euro, nel quadro dell’Accordo di Cooperazione in materia di Difesa tra il Governo della Repubblica Italiana e il Governo della Repubblica Libanese del 21 giugno 2004.

La cerimonia di consegna è avvenuta ieri 16 febbraio nella Caserma della Banda Musicale dell’Esercito Libanese in zona Quarantena, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Libano, S.E. Giuseppe Morabito e del Comandante del Settore Ovest di UNIFIL, generale Carlo Lamanna.

La Nota di consegna della donazione è stata firmata dal colonnello Michele Sandri, Addetto per la Difesa dell’Ambasciata d’Italia in Libano, per conto dell’Esercito Italiano, e dal generale Elie Nassif, per conto dell’Esercito Libanese.

Una donazione simile di 150 cercamine è stata effettuata nel 2007 al Lebanese National Demining Office dell’Esercito Libanese nell’ambito di una donazione del Governo Italiano nel settore dello sminamento umanitario.

Articoli correlati:

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Lo sminamento in Libano in Paola Casoli il Blog

Fonte: Sector West UNIFIL/Ambasciata d’Italia a Beirut

Foto: Sector West UNIFIL

Article Categories:
Forze Armate · Libano · Sicurezza