Nov 7, 2016
45 Views
0 0

Sector West, UNIFIL: cambio comando al Combat Support Battalion e alla Sector Mobile Reserve

Written by

20161107_sw-unifil_cambio-comando-assetti-sw-7Questa mattina, 7 novembre, nella base di Shama, sede del quartier generale dei caschi blu italiani in Libano, hanno avuto luogo le cerimonie di avvicendamento alla guida del Combat Support Battalion e della Sector Mobile Reserve del Sector West (SW), fa sapere lo stesso SW con un comunicato stampa odierno.

Nel dettaglio, rispettivamente, il tenente colonnello Ivano Borserini è subentrato al pari grado Giuseppe Annecca, mentre il capitano Salvatore Galasso è subentrato al capitano Aurelio Murianni.

Il passaggio di responsabilità di queste due importanti componenti è avvenuto alla presenza del comandante del SW di UNIFIL, generale Ugo Cillo.

20161107_sw-unifil_cambio-comando-assetti-sw-5Il battaglione di supporto delle unità operative (Combat Support Battalion) garantisce al settore ovest le unità tecnico-speciliastiche fornite dal 3° reggimento Genio guastatori di Udine, del 7° reggimento Trasmissioni di Sacile, il reparto Comando e supporti tattici Pozzuolo del Friuli di Gorizia, del 7° reggimento NBC di Civitavecchia e dal 33° reggimento Trasmissioni di Treviso, oltre che assetti cinofili del centro militare veterinario di Grosseto.

Al suo interno anche una compagnia armena con compiti di Force Protection, spiega il comunicato del SW UNIFIL.

La Sector Mobile Reserve, alle dirette dipendenze del generale comandante, è affidata allo squadrone del reggimento Genova Cavalleria (4°) di Palmanova.

20161107_sw-unifil_cambio-comando-assetti-sw-7Il generale Cillo, ha ringraziato i militari per il lavoro svolto nel corso del mandato e ha sottolineato l’importanza che gli assetti ricoprono per l’intero settore di responsabilità.

Presenti alla cerimonia anche la dottoressa Simona De Martino, primo consigliere dell’ambasciatore d’Italia in Libano; il generale Pierluigi Monteduro, addetto militare in Libano, e il console onorario d’Italia a Tiro, Ahmad Seklaoui.

L’attuale missione in Libano, dove i militari italiani da dieci anni operano per l’applicazione della risoluzione 1701 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, è a guida brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli.

Articoli correlati:

Il SW UNIFIL in Paola Casoli il Blog

La brigata Pozzuolo del Friuli in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: SW UNIFIL

20161107_sw-unifil_cambio-comando-assetti-sw-2

20161107_sw-unifil_cambio-comando-assetti-sw-3

20161107_sw-unifil_cambio-comando-assetti-sw-4

 

Article Categories:
Forze Armate · Libano