Mar 24, 2012
80 Views
0 0

NRDC-ITA alla Stramilano 2012

Written by

Seicento militari italiani e stranieri del NATO Rapid Deployable Corps Italy (NRDC-ITA) di Solbiate Olona, con tanto di familiari al seguito, parteciperanno domani 25 marzo alla Stramilano 2012.

L’appuntamento con la città meneghina, che si rinnova per 1.200 militari dell’Esercito Italiano di stanza in Lombardia, esprime il consolidato rapporto con la città di Milano.

Anche in questa edizione, sottolinea il comunicato stampa di NRDC-ITA,  il via verrà dato dal classico colpo di cannone del reggimento artiglieria a cavallo, che ha sede a Milano fin dal 1° dicembre 1887, mentre in piazza del Duomo la Fanfara dei bersaglieri milanesi in congedo Luciano Manara scandirà le fasi iniziali della corsa.

Ciascuna delle tre categorie di competizione podistica previste per la Stramilano vedrà la partecipazione di personale militare dell’Esercito: le famiglie con i bambini seguiranno la cosiddetta Stramilanina, che si sviluppa su un percorso di 5 chilometri; il gruppo di podisti dilettanti percorrerà il tragitto intermedio di 10 chilometri; mentre gli atleti dei gruppi sportivi correranno i 21,47 chilometri della mezza maratona.

La manifestazione terminerà all’Arena di Milano con le premiazioni, dove ai primi classificati della Stramilano Agonistica Internazionale verrà consegnata anche la mascotte dell’Esercito, Guizzo. Il simpatico portafortuna rappresenta la saggezza, la costanza e la maturità nel perseguire gli obiettivi, unitamente alla voglia di vincere.

Per i concorrenti militari saranno stilate apposite classifiche e i migliori verranno premiati con delle coppe intitolate a ufficiali caduti nell’adempimento del proprio dovere, quali il capitano Massimo Ficuciello, milanese d’adozione, vittima di un vile attentato a Nassiriya in Iraq il 12 novembre 2003, e il capitano Riccardo Bucci, milanese di nascita e vittima di un tragico incidente in Afghanistan il 23 settembre 2011.

L’attività sportiva è alla base della preparazione professionale militare ed è seguita con particolare attenzione nell’Esercito. Il motto latino che meglio rappresenta l’attività in programma è senza dubbio Mens sana in corpore sano, come ribadisce il comunicato stampa.

Lo svolgimento di una regolare attività sportiva e una sana alimentazione consentono infatti il mantenimento della capacità operativa e aiutano a migliorare le condizioni psico-fisiche necessarie per assolvere pienamente compiti e funzioni proprie di un soldato.

Articoli correlati:

NRDC-ITA alla Stramilano: il gruppo di partecipanti più numeroso di tutti (29 marzo 2011)

Fonte: PAO NRDC-ITA

Foto: Area C Milano

Article Categories:
Forze Armate