Feb 20, 2013
142 Views
0 0

Avete visto i Marò?

Written by

By Cybergeppetto

In questa bella campagna elettorale si discute animatamente promettendo agli elettori un mondo di cose. Abbiamo scoperto che si può abbassare l’IMU, che si devono ridurre le tasse, che bisogna trovare il lavoro ai disoccupati e così via promettendo.

La cosa singolare è che mentre la politica promette di spendere molto meno riducendo la spesa pubblica, di recente si è parlato anche di ridurre l’IRAP o il finanziamento ai partiti, continuiamo a spendere una discreta sommetta per tenere i Marò ingiustamente e illegalmente detenuti in India in violazione del diritto di bandiera.

Certo non sarà il conto dell’albergo di Salvatore e Massimiliano che ci manderà in rovina, però si tratta comunque di due funzionari dello stato che sono privati della libertà a causa dell’improvvida iniziativa della compagnia di navigazione che ha richiesto la scorta e che, contro il parere della nostra Marina Militare, si è sottoposta al ricatto indiano scaricando sui contribuenti i suoi problemi, come già aveva fatto in occasione di precedenti eventi.

Mi sarebbe piaciuto sentire in campagna elettorale che un qualche partito, oltre a promettere di abbassarci le tasse, avesse dichiarato, apertamente e coraggiosamente, che il conto della detenzione dei Marò lo deve pagare chi ha combinato il casino, cioè la compagnia di navigazione Fratelli d’Amato, proprietaria della petroliera Enrica Lexie. Se andate sul sito della compagnia non riuscirete nemmeno a sapere come è composta la flotta, qualcuno deve aver pensato bene di far sparire i nomi delle navi, meno male che Google non si è scordata della vicenda…

Il fatto è che della compagnia di navigazione si parla ancor meno che dei Marò, pressochè scomparsi dal dibattito politico.

La riduzione della spesa pubblica è indubbiamente una giaculatoria che viene ripetuta all’infinito dalle pie donne, si fa per dire, della politica, il fatto è che i professionisti o gli avventizi della politica dovrebbero dimostrarci poi tutti i giorni qual è la loro reale attenzione nel ridurre le spese e nel recuperare i danni fatti all’erario, che forse non solo solo quelli derivanti dalla vicenda dei Marò.

In ogni caso sono sicuro che presto i Marò torneranno a casa, visto che, dopo lo scandalo degli elicotteri Agusta, il governo non avrà nemmeno l’alibi di dover difendere le nostre commesse militari: ce le stanno fregando i francesi, accorsi in forze a offrire i loro elicotteri.

Prima di eliminare Equitalia, come dice il Caimano, facciamole fare un’opera buona, una bella cartella esattoriale con la nota spese di quanto abbiamo pagato per ricordare a due servitori dello stato che non ci siamo scordati di loro. Non risolverà il problema del debito pubblico o il livello dello spread, ma male non può fare.

Cybergeppetto

p.s. “Salvatore, che votiamo?”. “Non lo so, Massimiliano, ma forse dovremo chiedere la cittadinanza indiana, prima di poter votare, in Italia si sono già scordati di noi…”

Article Categories:
Inchiostro antipatico