Lug 7, 2010
104 Views
0 0

Esercitazione Falzarego 2010 per gli alpini e le loro forze speciali

Written by

Trecento alpini e quarantuno istruttori stanno affrontando stamattina 7 luglio le pareti rocciose delle Torri del Falzarego e del Col dei Bos in provincia di Belluno nell’ambito dell’esercitazione Falzarego 2010.

Arrampicate in parete fino a 500 metri e difficoltà oltre il V grado, con discese in corda doppia e con la tecnica del grappolo, più recuperi con il verricello da elicotteri e calate di feriti – simulati – in barella. E’ il programma esercitativo che conclude il mese di addestramento condotto sulle pareti delle Alpi Aurine dalle brigate Julia e Taurinense, dal Centro Addestramento Alpino e dai Rangers, le forze per operazioni speciali del 4° reggimento alpini paracadutisti.

Nell’ambito dell’esercitazione in corso è previsto anche un atto tattico che vedrà l’impiego dei nuovi elicotteri NH-90.

L’attività metterà in luce il livello di preparazione raggiunto sulle tecniche di progressione alpinistica, di autosoccorso in parete e di soccorso organizzato, oltre che di movimento con equipaggiamento completo lungo vie attrezzate.

Tutti elementi di fondamentale importanza per poter affrontare qualsiasi tipo di teatro operativo, in particolare quello afgano dove gli alpini contribuiscono alla task force 45 nell’ambito dell’operazione Sarissa di Isaf con le forze speciali del 4° reggimento.

Fonte: Comando truppe alpine

Foto: ienakorps.it (Esercitazione Falzarego 2009)

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate · Sicurezza