Mar 16, 2014
103 Views
0 0

Ucraina: alla vigilia dell’atteso referendum shutdown dei siti NATO per presunto “attacco”

Written by

Rimane ancora non visibile, a oltre dieci ore dalla comunicazione dell’attacco via twitter da parte della portavoce NATO, Oana Lungesco, il sito NATO dedicato alla difesa da attacchi cyber (NATO Cooperative Cyber Defence Centre of Excellence, CCDCoE).

Nella notte, si apprende dalla fonte istituzionale, sono stati attaccati più siti collegati alla NATO, senza tuttavia nessun “impatto operativo” e senza che vi sia stato danneggiamento alle banche dati.

Di più non viene detto, se non che si tratta di un “attacco” non meglio specificato. La portavoce Lungescu ha infine assicurato che il sito del CCDCoE è di nuovo visibile, cosa che al momento – oltre dieci ore dopo l’annuncio – a noi non risulta.

I tweet in questa occasione rappresentano un utile esempio di comunicazione di crisi attraverso i social media, ma lasciano comunque un dubbio sulla sicurezza contro gli attacchi hacker di un sito di livello il cui obiettivo è proprio la difesa da ogni cyber attack.

Lo shutdown, inoltre, arriva proprio alla vigilia del referendum (ora in corso di svolgimento) che in Ucraina deciderà le sorti della Crimea: argomento al centro dei colloqui euro-atlantici di questo ultimo periodo.

Fonte: twitter

Article Categories:
Sicurezza