Clever Ferret 2014: raggiunto l’obiettivo dell’integrazione e interoperabilità ha dichiarato il gen Gamba, comandante della brigata Julia e della MLF

Nei giorni scorsi si è conclusa a Maribor la Clever Ferret 2014, l’esercitazione della Multinational Land Force (MLF) che per due settimane ha visto impegnati in tutta la Slovenia circa 1.300 militari italiani, sloveni e ungheresi, appartenenti, cioè, ai tre paesi che compongono la MLF su base brigata alpina Julia.

Dopo intense giornate di addestramento sia per le unità sul terreno dislocate a Murska Sobota, Postojna e Novo Mesto, sia per il quartier generale allestito a Maribor, il bilancio dell’attività è decisamente positivo.

“L’esercitazione è andata bene, ha portato a buoni risultati e ora, attraverso quanto appreso in questo contesto, potremo migliorare ulteriormente struttura e procedure – ha detto il generale Ignazio Gamba, comandante della Julia e della MLF – Il nostro scopo è di avere più personale sul terreno per poterlo addestrare congiuntamente: integrazione e interoperabilità erano gli aspetti più significativi ai quali puntavamo e posso dire che in questi campi gli obiettivi sono stati raggiunti. Ottimi risultati sono giunti dall’attività contro la minaccia di ordigni esplosivi improvvisati, riguardo alla quale lo scambio di informazioni, dati ed esperienze con gli altri paesi è stato molto efficace».

Da ricordare inoltre la partecipazione di ufficiali austriaci all’interno dello staff MLF a dimostrazione del sempre maggior attenzione da parte delle nazioni per la brigata multinazionale.

Apprezzamento per la conduzione dell’esercitazione è stato espresso anche dal Capo di stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, e del comandante delle truppe alpine, generale Alberto Primicerj, che hanno visitato il quartier generale allestito a Maribor.

Articoli correlati:

La Clever Ferret 2014 in Paola Casoli il Blog

La MLF in Paola Casoli il Blog

La brigata Julia on Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: brigata Julia