MNBG-W, KFOR: marcia zavorrata e kombat fitness tra le prove degli Shark Games

I contingenti austriaci e sloveni del Multinational Battle Group West (MNBG-W), unità della Kosovo Force (KFOR) a leadership italiana su base 32° reggimento Carri, hanno organizzato una competizione addestrativa a squadre aperta a tutto il personale di KFOR denominata “Shark Games”.

È lo stesso MNBG-W a darne notizia con un comunicato stampa del 3 aprile.

La competizione, si apprende, si è svolta a fine marzo presso la base di Villaggio Italia, grazie al supporto logistico fornito dal contingente italiano, e si è sviluppata su varie discipline tecnico-operative.

Le prove effettuate hanno incluso una marcia zavorrata con zaino di 10 kg. con armamento e equipaggiamento individuale; la spinta di un autocarro di grosse capacità; il lancio di precisione di bombe a mano inerti; una prova di Kombat-Fitness e un esercizio di tiro a fuoco con armi portatili in dotazione all’esercito sloveno e austriaco.

Agli Shark Games, a cui hanno partecipato italiani, sloveni, austriaci, moldavi, statunitensi, portoghesi e ungheresi, su 16 team sono stati vinti dal team austriaco della Bravo Coy del MNBG-W.

La competizione, oltre a confermare l’elevato livello di integrazione dei contingenti di KFOR, ha rappresentato un ulteriore momento addestrativo e di mantenimento della capacità operativa, spiega il comunicato stampa, strumento che consente a KFOR di essere pronto a qualunque esigenza in Kosovo, in linea con i principi della risoluzione 1244 dell’ONU.

All’operazione NATO partecipano attualmente 4.000 soldati di 30 Paesi, di cui 550 italiani organizzati su un Multinational Battle Group, Multinational Specialized Unit (MSU) dell’Arma dei Carabinieri, e un Joint Regional Detachment (JRD), tutti a guida italiana.

Articoli correlati:

Il MNBG-W in Paola Casoli il Blog

KFOR in Paola Casoli il Blog

Il 32° rgt Carri in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: MNBG-W KFOR