CME Puglia: si conclude Una stoccata per la vita, progetto di integrazione sociale per ragazzi attraverso la scherma

Si è svolta il 18 luglio scorso, nell’Oratorio dei Salesiani Don Bosco di Bari, la manifestazione conclusiva della prima fase del progetto “Una stoccata per la vita”, fa sapere il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa del 18 luglio stesso.

Il progetto, promosso dal CME Puglia, in collaborazione con la Conferenza Episcopale Pugliese, la Federazione Italiana Scherma (FIS) Puglia, l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari e l’Ufficio Scolastico Regionale, tende a introdurre, a titolo gratuito, dei corsi di scherma nelle scuole primarie e secondarie di primo grado e negli oratori pugliesi, per promuovere, attraverso lo sport, una corretta educazione ai valori fondamentali della società civile.

Il protocollo d’intesa, siglato a Bari lo scorso 21 giugno nella Caserma Domenico Picca (link articoli in calce), sede del CME Puglia, ha visto il suo esordio proprio nell’Oratorio dei Salesiani, su espressa richiesta di S.E. Mons Cacucci, Arcivescovo di Bari Bitonto e Presidente della Conferenza Episcopale Pugliese, “che ha ritenuto sin da subito che ‘Una stoccata per la vita’ fosse un veicolo per diffondere la cultura dell’integrazione e dell’inclusione sociale attraverso lo sport”, come spiega il comunicato stampa del CME Puglia.

Alla manifestazione conclusiva hanno partecipato, oltre i giovani frequentatori del campo estivo che si sono cimentati con la scherma a partire dai giorni immediatamente successivi la firma del protocollo, il gen Mauro Prezioso, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, il vicepresidente della Federazione Italiana Scherma Puglia, avv Roberto Lippolis, e una folta rappresentanza della cittadinanza.

Il gen Prezioso, nel salutare i partecipanti, ha sottolineato come gli obiettivi posti a base del progetto siano stati raggiunti: “Questa prima fase del progetto, che possiamo definire sperimentale, ha visto una partecipazione attiva ed entusiasta dei ragazzi, e ha rappresentato una parentesi non solo sportiva ma anche di diffusione di valori quali lealtà, spirito di sacrificio, sana competizione. La via tracciata dal gen Luigi Francesco De Leverano, Comandante delle Forze Operative Sud, in quel di Napoli è stata vincente e la Puglia può vantare l’orgoglio di essere stata la seconda regione in Italia a firmare un protocollo di tale portata”.

Grande soddisfazione è stata espressa non solo dagli organizzatori e dai frequentatori, ma anche dagli istruttori della FIS pugliese, per la grande passione con la quale i ragazzi hanno partecipato all’attività schermistica, suggellando un momento di sport all’insegna della convivenza civile e della piena integrazione sociale, conclude il comunicato.

Articoli correlati:

Una stoccata per la vita in Paola Casoli il Blog

Il CME Puglia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Puglia