COMLOG: più di 30 bombe a mano della Seconda Guerra bonificate a Pistoia dagli artificieri dell’Esercito

Un team di artificieri del 10° Centro Rifornimenti e Mantenimento (CERIMANT) di Napoli, su richiesta della Prefettura di Pistoia, è intervenuto prima di Ferragosto in concorso al 2° reggimento Genio Pontieri di Piacenza, per la bonifica di 25 bombe a mano M36 ad alto esplosivo e di 10 bombe a mano MK2 risalenti alla Seconda Guerra Mondiale rinvenute in località San Marcello Pistoiese-Piteglio, in provincia di Pistoia.

Ne ha dato notizia il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito con una nota stampa del 14 agosto scorso.

Per lo svolgimento in sicurezza delle operazioni di bonifica, la Prefettura di Pistoia non ha disposto lo sgombero della popolazione residente in quanto il luogo del ritrovamento era isolato e distante da abitazioni civili, si apprende.

Gli artificieri, dopo aver effettuato alcuni accertamenti sugli ordigni, hanno provveduto al loro spostamento presso Tana Termini, in provincia di Pistoia, dove hanno eseguito il brillamento in sicurezza.

Solo nell’ultimo mese, ricorda la nota stampa, il 10° CERIMANT di Napoli, ente dipendente dal Comando Logistico dell’Esercito, ha eseguito in un’ottica dual use ben 21 interventi specialistici di bonifica del territorio in concorso ai Reggimenti Genio della Forza Armata, per un totale di 173 ordigni disinnescati o distrutti.

Articoli correlati:

La bonifica ordigni in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito