Cyber: il SSSD on Tofalo e il presidente di Microsoft Brad Smith su Democrazia digitale e Sicurezza organizzato da IAI

“Non possiamo sottrarci da quelli che sono i rischi della digitalizzazione, dobbiamo ridurli puntando prima di tutto sulla formazione e sull’informazione: i primi strumenti che assicurano al Paese un adeguato livello di sicurezza”, ha dichiarato ieri, 13 febbraio, il Sottosegretario di Stato alla Difesa (SSSD) on Angelo Tofalo alla conferenza “Democrazia digitale: la protezione dei cittadini nell’era dei big data” alla presenza di Brad Smith, Presidente di Microsoft, si apprende oggi dall’addetto stampa del Sottosegretario.

L’evento, organizzato dall‘Istituto Affari Internazionali (IAI) in collaborazione con Microsoft, si prefissava l’obiettivo di “far progredire la conoscenza di queste tematiche in un contesto italiano, anche in una chiave di maggior posizionamento strategico del sistema Paese”, scriveva lo stesso Istituto dal suo sito web.

Per il sottosegretario Tofalo “La democrazia digitale è come una marea che sta salendo in tutto il mondo e noi dobbiamo sovrastarla, navigarla, senza farci travolgere dalla sua forza. La generazione di ‘nativi digitali’ ogni giorno si confronta con i cosiddetti ‘immigrati digitali’ che hanno imparato a utilizzare le tecnologie digitali in età adulta. Per far sì che si possa continuare a comunicare, e soprattutto a capire e farci capire, l’alfabetizzazione digitale deve diventare una priorità.”

E conclude: “A questo deve necessariamente aggiungersi un’azione sinergica tra i Parlamenti sovrani e i giganti dei big data per definire regole internazionali e globali.”

Il sottosegretario Tofalo interverrà domani alla sessione di chiusura dei lavori della terza edizione di Itasec19, conferenza italiana sulla cyber security organizzata dal Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica in collaborazione con il CNR, conclude il comunicato stampa.

Fonte: Capitano Massimiliano Rizzo Addetto Stampa del Sottosegretario di Stato alla Difesa, On. Angelo Tofalo

Foto: @AngeloTofalo