Scuola Sottufficiali Esercito: una conferenza sulla guida sicura da parte della Polizia Stradale

Venerdì 1° febbraio scorso, nell’Aula Magna della Caserma Soccorso Saloni di Viterbo, sede della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, il dott Fausto Pietracci, Comandante del Distaccamento della Polizia Stradale di Monterosi, ha tenuto una conferenza informativa sul tema “Uso di sostanze stupefacenti e abuso di alcool durante la guida”.

È la stessa Scuola Sottufficiali a darne notizia con un comunicato stampa del 1° febbraio.

Dopo i saluti di rito, il dott Pietracci ha avviato i lavori con una disamina sul rapporto esistente tra le stragi del sabato notte e l’uso delle sostanze stupefacenti, nonché l’abuso di alcool durante la guida.

Successivamente, ha evidenziato il quadro normativo di riferimento applicabile alla specifica fattispecie della guida sotto l’effetto di alcool e stupefacenti per poi analizzare il rapporto tra bevande alcoliche ingerite e tasso alcolemico rilevato, proponendo anche una dimostrazione pratica con le apparecchiature in dotazione alle Forze dell’Ordine, precursore ed etilometro.

Alla conferenza hanno partecipato il Tenente Colonnello Michelangelo Genchi, Comandante del Battaglione Allievi Marescialli, con il personale della linea di Comando e gli Allievi Marescialli del XXI corso Esempio.

“Grande l’interesse suscitato nei frequentatori di corso – scrive la Scuola – i quali hanno avuto così modo di ampliare le proprie conoscenze su un fenomeno di particolare rilievo nel contesto sociale”.

La Polizia Stradale è una delle quattro Specialità della Polizia di Stato e si occupa in via principale del settore strategico del controllo e della regolazione della mobilità su strada. I suoi compiti, individuati all’art. 11 del Codice della Strada (Decreto Legislativo 30.4.1992, n. 285 e successive modifiche), contemplano le attività connesse alla prevenzione del fenomeno infortunistico, alla rilevazione degli incidenti stradali e all’accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale.

Fonte e foto: Scuola Sottufficiali dell’Esercito