Feb 18, 2005
141 Views
0 0

Afghanistan, Isaf a guida turca

Written by

pubblicato da Pagine di Difesa il 18 febbraio 2005

Il 13 febbraio scorso il tenente generale turco Ethem Erdagi ha assunto dal collega francese Jean-Louis Py il comando di Isaf (International Security Assistance Force) in Afghanistan. Nel corso della cerimonia, celebrata nel quartier generale di Isaf dal comandante tedesco di Allied Joint Force Command di Brunssum generale Gerhard W. Back, si è svolto il passaggio di consegna ufficiale della bandiera della missione al nuovo comandante di Isaf VII.

Isaf è una missione a comando Nato dall’11 agosto 2003. Il suo compito è l’assistenza al governo afghano nel raggiungimento di stabilità e sicurezza e le sue operazioni sono sotto il controllo del Joint Force Command di Brunssum (Olanda), che opera su delega del comando alleato in Europa (Ace) di Mons (Belgio).

L’assunzione del comando da parte del generale Erdagi dà inizio al quarto periodo di sei mesi della gestione Nato nell’operazione Isaf. Al termine di Isaf VII in agosto sarà il comando italiano di Solbiate Olona, il Nato Rapid Deployable Corps comandato dal generale di corpo d’armata Mauro Del Vecchio, a rilevare il comando e dare inizio a Isaf VIII della durata di nove mesi.

L’espansione della missione verso le regioni occidentali dell’Afghanistan, a cui l’Italia contribuisce da marzo con l’assunzione del comando del team di ricostruzione provinciale (Prt) di Herat e da maggio con il comando della base di supporto logistico, conferma la continuità dell’impegno della Nato nel raggiungimento di stabilità e sicurezza per la popolazione afghana. Attualmente la missione si avvale dell’opera di più di 8.000 militari provenienti da 37 paesi diversi.

Article Categories:
2005 · Afghanistan · Forze Armate · past papers