Nov 8, 2006
31 Views
0 0

Afghanistan. Catturato qaedista: era in un compound con donne e bambini

Written by

pubblicato da Embedded l’8 novembre 2006

Forze alleate e afgane hanno catturato lunedì mattina 6 novembre “un noto terrorista di al-Qaeda e altri cinque estremisti nel corso di una operazione vicino alla città di Khowst”, nell’est dell’Afghanistan a confine con il Pakistan.

Lo riferisce un comunicato stampa del Combined Forces Command-Afghanistan (Cfc-A) . Il colonnello Thomas Collins, che ne è il portavoce, dice che l’operazione “prova che non c’è posto dove nascondersi per gli estremisti”.

L’operazione si è svolta senza che siano stati sparati colpi di arma da fuoco. Il terrorista che è noto per avere legami con la leadership di al-Qaeda è stato trovato con altri cinque estremisti di nazionalità saudita e pakistana, secondo quanto riportato.

Nel comunicato viene riferita anche la presenza di donne e bambini nel compound con gli estremisti, “proving once again that terrorists willingly place non-combatants in danger” ha detto Collins.

Ma potrebbe anche essere vero l’opposto. Cioè che i terroristi si sentono abbastanza tranquilli da potersi permettere di stare in compagnia dei propri familiari. Tra il materiale recuperato nel compound, infatti, c’è anche una videocamera con video di installazioni militari vicine. Saranno stati donne e bambini a fare i filmati?

Fonte: Centcom

1 Commento:

fausto g, Giovedì 9 Novembre 2006 ore 09:14

è acclarato che nelle tattiche di mimetizzazione delle formazioni jihadiste c’è l’utilizzo di donne e bambini.
Le motivazioni non sono univoche. Da un lato la presenza di un ambiente di clan o familiare rende più difficile l’indiduazione dei militanti armati che possono essere scambiati facilmente per pastori o agricoltori. Si complica l’eventuale minaccia di attacco aereo perchè i terroristi conoscono bene quali sono le remore dei comandi Nato o occidentali in genere a fare vittime civili. Tra l’altro nella cultura afgana è difficile che gli uomini sappiano gestire in modo esclusivo le incombenze di supporto. preparazione del cibo, ricambio degli indumenti, ecc. e queste incombenze sminuirebbero il pretigio di chi e leader o aspira a diventarlo. Per questo è necessaria la presenza femminile, anche con uno stuolo di bambini al seguito per non farle apparire strumentali. Ma sempre vengono concepite, da questi seguaci del profeta dediti al Jihad, come esseri inferiori, sottomesse e strumentali all’uomo combattente.

Article Categories:
2006 · Afghanistan · Forze Armate · past papers · Sicurezza