Ago 18, 2015
21 Views
0 0

UNIFIL: l’importanza dello Strategic Dialogue sottolineata dal gen Portolano con i PM di Finlandia ed Estonia

Written by

20150817_UNIFIL_gen Portolano con PM Estonia e FinlandiaI Primi Ministri (PM) di Finlandia ed Estonia, Juha Sipilä e Taavi Rõivas, hanno fatto visita ieri, il 17 agosto, ai militari dei loro rispettivi contingenti nell’ambito della missione UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon), sotto comando italiano del generale Luciano Portolano, Capo della Missione e Comandante della Forza ONU nel Libano meridionale, si apprende dalla stessa UNIFIL.

Il generale Portolano ha ricevuto i PM nella base delle Nazioni Unite ad At Tiri, sede dei contingenti finlandese, estone e irlandese.

Nel corso dell’incontro tenutosi poi presso il comando della missione a Naqoura, il generale Portolano ha fornito un aggiornamento del quadro operativo, illustrando le molteplici attività giornaliere condotte dalle componenti civili e militari della missione nell’ambito del mandato della risoluzione 1701.

Durante il colloquio il comandante si è poi soffermato sulla situazione regionale, con particolare riferimento al vicino conflitto siriano e al suo impatto sulla politica interna e di sicurezza nazionale del paese. Il Capo della Missione ha inoltre posto l’accento sull’importanza dello Strategic Dialogue, quale importante leva per il conseguimento dei fini del mandato di UNIFIL e fondamentale meccanismo volto a facilitare lo sviluppo delle capacità delle Forze Armate Libanesi (LAF).

A margine dell’incontro, il generale Portolano ha espresso il proprio compiacimento per l’operato dai caschi blu finlandesi ed estoni e ha ringraziato entrambi i PM per la partecipazione delle loro nazioni in UNIFIL, che nel delicato contesto regionale continua a svolgere il delicato ruolo di mediatore tra Libano e Israele per la realizzazione del dettato della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Nel corso dell’incontro i PM hanno espresso a loro volta parole di apprezzamento per la meritoria opera svolta dal personale militare e civile della missione, evidenziando la delicatezza del particolare momento storico che sta vivendo il Medio Oriente.

Attualmente la Finlandia e l’Estonia partecipano alla missione rispettivamente con 300 militari finlandesi e 36 soldati estoni impiegati nel Settore Ovest, a guida italiana, nell’area di operazione di UNIFIL.

Articoli correlati:

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

UNIFIL, Sector West: l’Estonia entra a far parte del settore a guida italiana (28 maggio 2015)

Fonte e foto: UNIFIL via Sector West

Article Categories:
Forze Armate · Libano