Mag 9, 2011
1019 Views
0 0

Black Hawk ‘mmonnezza

Written by

By Cybergeppetto

L’immondizia per i napoletani è come Bin Laden per gli americani, se non la/lo pigliano i militari non ci riesce nessuno. A nulla servono le società di smaltimento, i commissari straordinari, i decreti urgenti.

Da lunedì, per l’ennesima volta, i militari italiani, gli unici che non possono disobbedire in un paese in cui ognuno fa quel che gli pare, riprenderanno a fare quello che gli altri non possono/vogliono fare: svuotare i cassonetti e rimuovere i cumuli di spazzatura.

Vedremo in futuro anche noi i nostri incursori fare raid per portare via i cumuli di ‘mmonnezza che tutta una serie di persone s’incarica di far accumulare?

Gli incursori sono dei tipi tosti, è per questo che io gli farei fare un bel raid per scaricare immondizia in casa del sindaco di Napoli, ci vogliono nervi saldi per reggere all’urto sui timpani della voce stridula della prima cittadina.

Analogo trattamento per l’uscente Presidente della Regione, gli altri componenti delle giunte, per i camorristi, i sindacalisti che difendono gli spazzini collusi con la camorra, gli spazzini stessi, i politici che si mettono di traverso alla realizzazione dei termovalorizzatori, gli antagonisti che protestano perché altro non saprebbero fare e tutti quelli che sanno solo parlare, ma sono solamente capaci di far altro che produrre quantità industriali di rumenta.

Si dovrebbero organizzare gruppi d’intervento per ciascun obiettivo, ognuno su due elicotteri Black Hawk come quelli americani: sul primo gli operatori che, dopo essersi calati in corda doppia, farebbero irruzione nell’appartamento del bersaglio lanciando delle bombette puzzolenti, invece delle bombe accecanti assordanti (flash/bang) che si usano di solito; dal secondo elicottero verrebbero passati attraverso la finestra cumuli di rifiuti da lasciare in dote al bersaglio affinché mediti sulle sue responsabilità.

Le operazioni dovrebbero, però, essere svolte con un giornalista “embedded” in ogni team, non sia mai che facciamo come gli americani che hanno beccato l’obiettivo, ma si vergognano di farlo vedere. Avremmo sicuramente dei video cliccatissimi su youtube.

Il bersaglio dovrebbe essere poi affidato ai servizi sociali che lo addestrino a pulire la città che, con la loro colpevole insipienza, hanno sporcato.

Massimo rispetto per ognuno dei bersagli, per quanto mi riguarda il Signor Sindaco potrebbe svolgere le sue nuove mansioni anche con la fascia da prima cittadina, sarebbe comunicativamente importante far vedere come le istituzioni affrontano e aggrediscono risolutamente i problemi.

Massimo rispetto anche per i camorristi, sarebbe bello vederli ripulire, pala in mano, le discariche abusive che hanno seminato ovunque, servirebbe sicuramente a rieducarli e reinserirli nella società secondo il dettato costituzionale. Un berretto con uno stemma simile a quelli dei militari, ma con le scope al posto dei fucili sarebbe del tutto appropriato.

Cybergeppetto

p.s. Due ex assessori ai rifiuti ramazzano le strade della città con delle grandi scope di saggina. “Dove abbiamo sbagliato?” chiede l’uno. “Abbiamo fatto molti errori – confessa l’altro – ma soprattutto dovevamo capire che dopo decenni di discussioni qualcuno ci avrebbe preso a calci nel culo”. Cybergeppetto si sveglia di soprassalto… era solo un sogno…

la copertina del kit ispirato al Black Hawk è tratta da http://www.scale-rotors.com

La foto sull’immondizia è tratta da  http://www.newnotizie.it

Article Categories:
Inchiostro antipatico