Mar 30, 2010
122 Views
0 0

Helmand, op Moshtarak: procedono insieme alleati e forze afgane, ma metà dei poliziotti locali sono drogati e corrotti

Written by

ANP_LogoA Helmand l’operazione Moshtarak – che significa “insieme” proprio perché condotta da Isaf e alleati con le forze locali – procede bene anche se con lentezza. Molto è stato fatto, ma c’è ancora altrettanto da fare, fa sapere nel bilancio della sua attività in area il comandante britannico della 11th Light Brigade dispiegata nella provincia di Helmand, generale James Cowan: “This is a long term activity that we’re involved with here”.

Le forze afgane, coinvolte in prima linea sin dalla fase di progettazione dell’operazione nel nome di una collaborazione propedeutica al passaggio di consegne dalle forze Nato a quelle locali, hanno seguito passo passo l’azione; dallo shake and clear all’hold, secondo le fasi prestabilite.

Eppure proprio Helmand è la zona dove maggiori sono i problemi. Un articolo dell’Independent, online domenica 28 marzo, riferisce di documenti a uso interno del Foreign Office – ottenuti dall’edizione domenicale del quotidiano – che denunciano apertamente lo stato di degrado morale della polizia afgana, l’Afghan National Police (ANP).

Secondo quanto riportato, addirittura la metà dei poliziotti afgani appartenenti all’ultimo gruppo reclutato a Helmand risulterebbe positivo alla droga nei test di ingresso. Ma non è solo il consumo di narcotici a preoccupare gli ufficiali britannici in area. I poliziotti dell’ANP risulterebbero infatti corrotti, collusi loro stessi con il traffico di droga e responsabili di intimidazioni nei confronti dei ragazzini che vanno a scuola. Estranei dunque a quella società di cui si vorrebbero parte integrante e garanti della sicurezza.

Già nel mese di ottobre del 2009 un rapporto americano aveva evidenziato l’inaffidabilità delle nascenti forze afgane, sottolineando una perniciosa mancanza di disciplina. Tanto che l’incomprensibilità tra alleati addestratori e locali apprendisti era arrivato al minimo storico con episodi di omicidio ai danni di istruttori americani.

Il bassissimo livello di alfabetizzazione e la povertà estrema, del resto, costituiscono una miscela esplosiva e un fertile terreno di coltura per la corruzione. Lo scorso mese di ottobre, ricorda l’articolo dell’Independent, un ufficiale dell’ambasciata britannica a Kabul aveva espresso il sospetto che circa un quarto degli 82mila poliziotti dell’ANP fosse addirittura inesistente: “ghost police”, polizia fantasma. E i relativi stipendi intascati da comandanti locali corrotti.

Articoli correlati:

Op Moshtarak, Afghanistan: dopo una settimana bilancio cautamente positivo e talebani a corto di munizioni (20 febbraio 2010)

Operazione Moshtarak: shake, clear, hold and build (9 febbraio 2010)

Afghanistan, Helmand: operazione Moshtarak banco di prova per le forze afgane (8 febbraio 2010)

Forze afgane ancora lontane dall’autonomia operativa (9 ottobre 2009)

Fonte: The Independent, UK MoD

Foto: wikipedia

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate · Sicurezza

Comments to Helmand, op Moshtarak: procedono insieme alleati e forze afgane, ma metà dei poliziotti locali sono drogati e corrotti