Lug 10, 2011
153 Views
0 0

La repubblica del ventilatore

Written by

By Cybergeppetto

Gli anglosassoni usano l’espressione “when the shit hits the fan…” (quando la merda colpisce il ventilatore…) per indicare le conseguenze relative allo scoppiare di uno scandalo che rivela con grandi scoop le miserie della società, quelle che in Italia, a parte gli stupidi, sono ben note a tutti.

In questi giorni il ventilatore mediatico della Gran Bretagna rimbalza schizzi di humus provenienti da un’inchiesta sui presunti comportamenti illegali di una testata del gruppo Murdoch, “News of the World”, rea di aver intercettato illegalmente conversazioni private per un uso sensazionalistico.

Il Primo Ministro ha detto che il paese è sotto shock e che il governo di Sua Maestà britannica intende andare fino in fondo a questa vicenda. Va a finire che faranno una legge per limitare le intercettazioni…

Sempre in questi giorni abbiamo assistito a un deciso cambiamento di rotta nell’inchiesta sul presunto caso di violenza sessuale di cui sarebbe stato protagonista Dominique Strauss-Khan.

Nell’apprendere che la presunta vittima di stupro potrebbe essere in realtà quella che tanti anni fa veniva pudicamente chiamata una “mondana”, l’opinione pubblica americana è stata informata del fatto che il Procuratore di New York rischia di ritrovarsi a spasso se si accertasse che l’arresto, peraltro revocato al mandrillo francofono, è stato ingiustificato e l’inchiesta non si fondava su elementi certi.

Io non li capisco questi anglosassoni che si spaventano quando il ventilatore sparge merda ovunque. Possono venire da noi a imparare come si vive in una società in cui il ventilatore sparge merda ogni giorno, in cui si arresta qualcuno ogni giorno e gli si lascia la merda addosso anche quando esce scagionato.

Noi non ci spaventiamo quando il ventilatore, nel descrivere il suo tipico settore circolare, punta verso di noi: ci spostiamo con sussiego o mettiamo qualcuno tra il ventilatore e noi.

In Italia ci sono persone che vengono tenute sempre davanti al ventilatore e persone che non ci finiscono mai o quasi, basta una telefonatina all’ingegnere per assicurarsi che il ventilatore giri prima.

L’Italia è quindi il paese in cui il ventilatore sparge merda in continuazione su chi vuol cambiare lo status quo; e non si perde tempo a ripulire il tutto, come fanno all’estero, tanto nuova merda arriva quasi sempre subito.

Bisogna ammettere che la nostra società è più vivace ed eccitante di tante altre: noi non siamo esterofili quando si tratta di merda, non abbiamo niente da imparare da nessuno.

Mi viene da ridere quando sento dire che il contraddittorio è il sale della democrazia, da noi il dibattito politico, cioè la merda spiaccicata ovunque, è il vero motore politico della società.

Non sfugge a nessuno che il ricambio della classe politica sia, dai tempi di Giovanni Leone, affidato al binomio inchieste / media, che altro non sono che l’abbinamento di merda e ventilatore. Lo dico con il massimo rispetto di tutti quegli operatori dell’informazione e della giustizia che riescono ad arrivare a una condanna in aula e sui media di chi se lo merita, ma anche con il massimo disprezzo di coloro che riempiono di merda persone che poi sono assolte, in aula, ma non sui media.

Chi dovrebbe trovarsi a spasso come forse succederà al Procuratore di New York, invece, se la spassa alla nostra faccia, magari con un posto a Strasburgo o nel nostro Parlamento, nella sua limousine il deodorante gli carezza le narici.

Per chi non lo sapesse, “News of the World” oggi chiude, un ventilatore si è rotto.

Cybergeppetto

p.s. Nuovo successo della ricerca italiana: una ditta leader nel settore dei ventilatori ha brevettato un nuovo tipo di pala in grado di nebulizzare la merda e non solo di respingerla. Quest’applicazione è stata molto apprezzata dai poteri forti della penisola che hanno intenzione di farne un uso esteso nell’ambito degli scandali mediatici al fine di distruggere qualsiasi forma di dissenso.

L’immagine è tratta da  Career Professionals

Article Categories:
Inchiostro antipatico