Feb 1, 2012
40 Views
0 0

La transition in Afghanistan: si completa un’altra fase nell’area di responsabilità italiana dell’RC-W ISAF

Written by

Si è svolta ieri 31 gennaio nella sede del Provincial Reconstruction Team (PRT) spagnolo di Qal-e-Naw, nella provincia di Badghis, in area di responsabilità italiana del Comando Regionale Ovest (Regional Command West- RC-W) di ISAF, a guida brigata Sassari, la cerimonia del passaggio di responsabilità della sicurezza dalle forze NATO di ISAF alle Forze di Sicurezza Afgane (ANSF) di tutti i distretti scelti dal Governo afgano nella seconda fase del processo di transizione, o transition.

La cerimonia, si legge dal comunicato stampa dell’RC-W, ha segnato il passaggio dei distretti di Abe Khamari e Qal-e-Naw della provincia di Badghis.

Si tratta dell’ultimo di tre passaggi di responsabilità nell’area di RC-W e segna la fine della seconda fase del processo di transizione annunciato dal governo afgano lo scorso 27 novembre 2011.

Nella prima cerimonia risalente al 4 gennaio scorso, ricorda il comunicato, per la provincia di Ghor è transitato il distretto di Chagcharan, mentre nella seconda cerimonia di Herat, del 16 gennaio scorso, sono passati sotto la responsabilità afgana la quasi totalità della provincia di Herat, tredici distretti su sedici, a eccezione dei distretti di Shindand, Obeh e Chisht-e-Sharif.

Alla cerimonia di ieri a Qal-e-Naw, alla presenza del comandante dell’RC-W generale Luciano Portolano, il capo della Commissione per la transizione del Governo afgano, Ashraf Ghani Ahmadzai, ha ringraziato pubblicamente l’Italia per l’impegno militare e i successi operativi ottenuti, sottolineando l’importanza di progetti realizzati nel settore delle attività umanitarie, a favore della popolazione, e nel settore delle infrastrutture come l’espansione dell’aeroporto civile di Herat.

Articoli correlati:

La transition in Paola Casoli il Blog

L’RC-W ISAF in Paola Casoli il Blog

Fonte: RC-W ISAF

Foto: RC-W ISAF

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate