Mar 7, 2013
122 Views
0 0

Afghanistan, Herat ospita il primo festival del cinema femminile

Written by

Si propone non solamente di celebrare l’International Women’s Day, quanto piuttosto di risvegliare l’attenzione sui diritti delle donne il primo International Women’s Film Festival, festival del cinema femminile che si terrà da oggi 7 marzo a dopodomani 9 marzo nella città occidentale dell’Afghanistan, Herat, area a responsabilità italiana nell’ambito della missione ISAF.

Il festival, che si propone di diventare evento a carattere annuale, è organizzato congiuntamente dalla Arman Shahr Foundation e dalla Roya Film House, in collaborazione con quaranta organizzazioni nazionali e internazionali.

Questo primo appuntamento vuole essere da stimolo per la produzione e la promozione cinematografica al femminile, con la diffusione anche del gusto dell’essere spettatore, promuovendo allo stesso tempo il benessere delle donne in Afghanistan attraverso l’arte.

Questa prima edizione non sarà a carattere competitivo, ha spiegato Rohul Ameen Amini, una rappresentante della fondazione Arman Shahr di Herat, e non saranno distribuiti premi ma solo proiettati i film per gli spettatori.

Le richieste di partecipazione sono state ben un centinaio alla data di scadenza, che era lo scorso 24 febbraio; di queste 40 provenivano da afgani, il rimanente da Regno Unito, Giappone, Nord Corea, Pakistan, Tailandia, Turchia, Australia e Francia, fa sapere UNAMA, l’agenzia di assitenza ONU in Afghanistan.

Per il festival è stata scelta la città di Herat, dove non esistono sale cinematografiche, spiega UNAMA, non solo per dare la possibilità alla popolazione del luogo di assistere alle proiezioni, ma soprattutto perché la storica città è stata teatro di un picco di violenza contro le donne negli ultimi anni.

Articolo correlato:

Afghanistan, festa della donna: un giorno non basta (6 marzo 2013)

Fonte: UNAMA

Foto: UNAMA

Article Categories:
Afghanistan · tales