Lug 29, 2015
73 Views
0 0

Ordine di trasferimento: da AMD 10 consigli per affrontarlo con tutta la famiglia

Written by

permanent change of stationDal sito web dell’associazione L’Altra metà della Divisa, Paola Casoli il Blog ripubblica l’articolo originariamente intitolato “10 modi per aiutare i bambini a vincere le sfide della vita militare” (link articolo in calce).

By Staff AMD – L’Altra Metà della Divisa

Spesso diciamo che i figli dei militari devono affrontare “sfide particolari”, ma che cosa significa realmente? I figli dei militari crescono in fretta. Provano in prima persona cosa significhi cambiamento, dal dire addio agli amici fino a imparare nuove lingue e costumi. Imparano termini come “PCS” (Permanent Change of Station, corrisponderebbe al nostro ordine di trasferimento), “periodo di adattamento” e “dispiegamento”, a volte prima ancora di imparare a scrivere i loro cognomi.

Attualmente, (n.d.r. negli USA) circa 1,88 milioni di figli di militari sperimentano un diverso insieme di ostacoli rispetto ai loro coetanei non militari. Essi non devono affrontare da soli le sfide della vita militare. Molti grandi strumenti, creati appositamente per i figli dei militari di tutte le età, sono progettati per aiutare ad insegnare, ispirare, incoraggiare e consolare sia nei momenti felici che in quelli più difficili.

Questi 10 consigli, tratti dal sito afterdeployment.org, possono aiutare voi e vostro figlio ad adattarsi e vivere bene nell’affrontare i cambiamenti presentati dalla vita militare:

Incoraggiare le connessioni. E’ facile sentirsi isolati quando ci si sposta molto spesso. Avere un collegamento con gli altri è molto importante. “Military Kids Connect” offre uno spazio online sicuro con cui i figli dei militari possono collegarsi tra loro e condividere le loro esperienze. Le famiglie militari possono anche ricevere consigli su come rimanere in contatto con gli altri genitori durante tutto l’impiego all’estero.

Naturalmente in Italia una cosa del genere non esiste, ma incoraggiare i propri figli a mantenere i rapporti a distanza, con telefonate, collegamenti Skype, mail e messaggistica varia, può aiutarli a non sentirsi sradicati e anzi a cominciare a concepire i rapporti importanti indipendentemente dalle distanze, con le famiglie di origine, i nonni e parenti vari, ma anche con gli amici, compatibilmente con la loro giovane età.

Aiutare gli altri. Mostrate ai bambini come il dedicare il proprio tempo agli altri possa essere sia motivante che gratificante. Dal volontariato ad un evento scolastico fino a trovare delle opportunità nella vostra comunità locale, ci sono molti modi in cui la vostra famiglia può essere coinvolta.

Stabilite delle routine. Attenersi ad una routine può essere in grado di offrire ai bambini un senso di sicurezza e stabilità.

Prendetevi una pausa, divertitevi. La vita può essere difficile. A volte abbiamo solo bisogno di una pausa.

Insegnate ai vostri figli a trovare il tempo per il divertimento. Se avete bisogno di aiuto per trovare qualcosa di edificante da fare nella vostra zona, provare a utilizzare l’applicazione per cellulari “Positive Activity Jackpot”. Sito americano che aiuta a prevenire stati ansiosi e depressi, non si sostituisce ad una terapia clinica, ove necessario, ma è una sorta di organizzatore e suggeritore di attività quotidiane, come quelle sportive e di interesse sociale che fornisce degli spunti e dei suggerimenti. Nel nostro piccolo, organizzare delle merende con i nuovi compagni, iscrivere i piccoli ad uno sport, meglio se di squadra, o anche semplicemente portarlo regolarmente al parco del quartiere durante le belle giornate, lo aiuterà a prendersi una pausa e a divertirsi, senza contare che potrebbe giovare anche a voi.

Insegnate ai vostri figli la cura di sé. È importante per la famiglia mangiare in maniera sana, fare sport e dormire in giusta quantità. L’Army Medicine Performance Triad ha moltissime informazioni per tutta la famiglia (armymedicine.mil/Pages/performance-triad.aspx questo è il sito americano sulla salute dei militari e delle loro famiglie, in queste pagine vengono considerati i tre aspetti fondamentali per mantenere e preservare la salute: il sonno, l’attività fisica e la nutrizione).

Prefissate degli obiettivi. Insegnate ai vostri figli a porsi degli obiettivi raggiungibili e poi a muoversi verso di essi un passo alla volta. Questo può aiutare a costruire la resilienza e ad andare avanti nonostante le difficoltà.

Incoraggiate i vostri figli ad avere un’immagine positiva di loro stessi. Oltre a celebrare il successo di un buon voto a scuola o altri traguardi raggiunti, può essere utile guardare indietro con vostro figlio o figlia ad un momento in cui lui o lei ha superato qualcosa di difficile. Questo può sviluppare il loro senso di forza e di autostima in vista della prossima sfida.

Mantenere le cose in prospettiva ed essere sempre fiduciosi. Non è sempre facile rimanere positivi quando le cose sono difficili, ma puoi essere un grande esempio per i tuoi figli. “Real Warriors” offre sei diversi modi di pensare positivo – provare a metterli in pratica nella tua vita potrebbe essere veramente d’esempio per i tuoi figli (realwarriors.net/veterans/treatment/positivethinking.php sito, sempre americano, di supporto psicologico e non per veterani e familiari).

Cerca nuove opportunità per la scoperta di sé. L’applicazione per cellulari “FOCUS on the Go” aiuta i bambini ad imparare le abilità di coping, a riconoscere i sentimenti, a condividere le loro storie e a giocare. “Military Families Near and Far” insegna ai bambini di tutte le età a comprendere i loro sentimenti e a come esprimerli (nfrc.ucla.edu/focus-on-the-go questo sito, dedicato allo sviluppo delle capacità di resilienza familiare, non è dedicato specificamente alle famiglie militari, ma offre numerosissimi spunti per rafforzare la salute e il benessere delle famiglie in genere; familiesnearandfar.org/resources/homecomings è un altro sito americano per famiglie, ma questa volte specificamente militari, con sezioni per bambini in età prescolare, scolare e per i genitori che da molteplici indicazioni per gestire gli eventi più comuni della vita militare che anche i bambini inevitabilmente subiscono).

Accettare che il cambiamento è parte della vita. Il cambiamento può essere spaventoso a tutte le età, ma è una costante nella vita. Parlare di cambiamento (e affrontarlo in modo positivo, aggiungeremmo noi) può aiutare i figli dei militari ad imparare ad accettare e capire cosa sta succedendo.

AMD – L’Altra Metà della Divisa

Articoli correlati:

AMD in Paola Casoli il Blog

Fonte: L’Altra Metà della Divisa

Foto: army.mil

Article Categories:
#MilSO · AMD · Forze Armate