Giu 20, 2016
41 Views
0 0

COMFODI-NORD, Odescalchi 2016: in atto il test di cooperazione nell’emergenza tra Italia e Svizzera

Written by

20160620_COMFODI-NORD_Odescalchi 2016_6È in corso tra Como e Chiasso l’esercitazione Odescalchi 2016. Promossa dall’Esercito del Canton Ticino svizzero con il coinvolgimento dell’Esercito Italiano, in accordo con il Canton Ticino della Confederazione svizzera, la Prefettura di Como, Regione Lombardia e con il supporto del Dipartimento nazionale della Protezione civile, la Odescalchi 2016 è un’esercitazione congiunta tra i sistemi di protezione civile italiana e svizzera che interessa uno scenario di emergenza transfrontaliero.

L’esercitazione, presentata lo scorso 8 giugno nella Prefettura di Como, ma in programma già dal 2015 (link articoli in calce), è inziata sabato 19 giugno e proseguirà fino al prossimo 22 giugno, con il vip media day domani, martedì 21.

20160620_COMFODI-NORD_Odescalchi 2016_1Tra gli scenari messi in atto vi sono in primo luogo la simulazione del deragliamento di un treno passeggeri proveniente dalla Svizzera e diretto a Milano, all’interno della galleria Monte Olimpino 2, nei pressi di Como, con il soccorso e l’assistenza a circa 80 figuranti.

Poi quella di un secondo incidente ferroviario, questa volta in Svizzera, presso la stazione di Chiasso, con ampi sconvolgimenti in territorio elvetico e una serie di ripercussioni sul fronte italiano, tra cui l’innesco di un incendio boschivo.

L’obiettivo dei test è verificare l’effettiva funzionalità delle strutture di coordinamento in emergenza, anche attraverso la cooperazione transfrontaliera nelle attività di protezione civile nella consapevolezza che, nel caso in cui si verifichino situazioni di emergenza che interessino direttamente o indirettamente il territorio a ridosso della fascia confinante tra la provincia di Como e il Canton Ticino, è necessario garantire una tempestiva e adeguata assistenza alle popolazioni interessate.

TiPress_292482-2Le attività esercitative in Italia sono state coordinate dal Centro di Coordinamento dei Soccorsi attivato dal Prefetto di Como nella gironata di ieri, domenica 19 giugno, mentre in Svizzera le attività operative avranno una durata di quattro giorni, durante i quali il Centro di Coordinamento dei Soccorsi garantirà il concorso dell’Esercito Italiano in territorio svizzero.

L’Esercito Italiano, sempre pronto a intervenire su tutto il territorio nazionale grazie alla sua capacità dual use, sta partecipando all’esercitazione con un ospedale da campo a supporto di attività sanitarie locali fornito dal 3° Reparto di Sanità, un ponte galleggiante motorizzato per la viabilità a cura del 2° reggimento Genio pontieri, elicotteri per le attività di search&rescue a cura del 4° reggimento AVES Altair, con un posto comando avanzato schierato dal 10° reggimento Genio guastatori, assetti specialistici del reggimento Genio ferrovieri, del 7° reggimento NBC e del 1° reggimento Trasmissioni.

Tutti i reparti dell’Esercito sono coordinati sul campo dal Comando Forze di Difesa Interregionale Nord (COMFODI-NORD), ente deputato alla attività di comando e controllo in tutta l’area centrosettentrionale della penisola in caso di pubblica calamità.

Il comandante del COMFODI-NORD, gen Bruno Stano, ha visitato gli uomini e le donne impegnati nell’importante esercitazione.

Articoli correlati:

COMFODI-NORD, ex Odescalchi 16: visita della delegazione svizzera per pianificare l’esercitazione di giugno (29 febbraio 2016)

COMFODINORD: un incidente ferroviario a Chiasso per l’esercitazione italo-elvetica Odescalchi 2016 (5 novembre 2015)

Il COMFODI-NORD in Paola Casoli il Blog

Fonte : COMFODI-NORD

Foto: Esercito Italiano; Facebook; LaRegioneTicino (Davide Agosta – Keystone / Ti-Press / Davide Agosta)

20160620_COMFODI-NORD_Odescalchi 2016_6

20160620_COMFODI-NORD_Odescalchi 2016_5

20160620_COMFODI-NORD_Odescalchi 2016_4

20160620_COMFODI-NORD_Odescalchi 2016_3

TiPress_292480

20160620_COMFODI-NORD_Odescalchi 2016_2

Article Categories:
Forze Armate