Dic 23, 2016
33 Views
0 0

KFOR, visita del ministro Alfano: il COMKFOR gen Fungo sottolinea la proficua collaborazione tra NATO, internazionali e Kosovo

Written by

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, onorevole Angelino Alfano, si è recato in visita al contingente italiano – che opera in Kosovo, nell’ambito della Forza multinazionale KFOR della NATO – per portare il proprio saluto e quello delle Istituzioni italiane in occasione delle prossime festività di fine anno, ha fatto sapere la stessa KFOR con un comunicato stampa di ieri 22 dicembre.

Il ministro, al suo arrivo al Comando NATO di Pristina, è stato accolto dal Comandante di KFOR (COMKFOR), generale Giovanni Fungo, ed è stato aggiornato sull’attuale situazione operativa, sulle condizioni di sicurezza in Kosovo e sul ruolo dei soldati italiani di KFOR nel processo di stabilizzazione dell’area balcanica.

Il gen Fungo ha rimarcato l’importanza della proficua cooperazione tra la NATO, le organizzazioni internazionali e le istituzioni del Kosovo per il mantenimento di un ambiente pacifico e sicuro.

La visita è proseguita alla base del Multinational Specialized Unit (MSU) con l’incontro del ministro Alfano con una rappresentanza delle donne e degli uomini delle Forze Armate Italiane, a cui Alfano ha rivolto parole di apprezzamento per l’alto livello di professionalità, per la dedizione e l’impegno profuso in questo complesso teatro di operazione.

“Sono qui per farvi sentire la vicinanza del Governo, del Parlamento, oltre che quella dell’intera Nazione e mia personale. Durante questa visita, ho constatato di persona quanto sia utile e apprezzato il vostro lavoro in questa delicata parte dell’Europa”, ha affermato Alfano, mettendo in risalto l’importanza del contributo che le Forze Armate Italiane, presenti in Kosovo dal 1999, hanno fornito alla NATO per la stabilizzazione dei Balcani occidentali.

Il contingente Italiano in Kosovo, nell’ambito della operazione a guida NATO denominata Joint Enterprise, lavora per garantire la libertà di movimento e la sicurezza agli abitanti del Kosovo.

All’operazione Joint Enterprise partecipano attualmente 30 paesi, con oltre 4.000 soldati, di cui 550 unità italiane, con un Multinational Battle Group, la Multinational Specialized Unit MSU (composta esclusivamente da militari dell’Arma dei Carabinieri) e un JRD (Joint Regional Detachment), tutti a guida italiana.

Il COMKFOR gen Fungo ha ringraziato il ministro Alfano che “con la sua visita ha confermato la vicinanza del Paese e delle Istituzioni a tutti gli uomini e le donne che con le stellette sono in missione per la stabilizzazione del Kosovo”.

Articoli correlati:

KFOR in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: KFOR PAO

Article Categories:
Forze Armate · Kosovo