Ago 6, 2017
183 Views
0 0

Sector West, UNIIFIL: i Granatieri della Leonte XXII gemellati con i colleghi indiani per la Battaglia dell’Assietta

Written by

In occasione della ricorrenza della Battaglia dell’Assietta, combattuta dai Granatieri di Sardegna nel luglio 1747, il contingente italiano in Libano, impiegato nell’Operazione Leonte XXII e su base brigata Granatieri di Sardegna al comando del gen Francesco Olla, ha condotto un gemellaggio informale con i caschi blu indiani del 14° battaglione Granatieri.

È un comunicato stampa del Sector West (SW) di UNIFIL dello scorso 28 luglio a darne notizia.

Nella commemorazione della storica battaglia, il gen Olla, Comandante della Joint Task Force- Lebanon, ha ricevuto la visita presso la base Millevoi del parigrado Sandeep Singh Bajaj, vice Force Commander di UNIFIL e rappresentante delle Forze Armate Indiane.

In tale occasione, i caschi blu della specialità Granatieri hanno sinteticamente rievocato le proprie origini storiche, per entrambi risalenti al tardo 1600, e la loro partecipazione ai più importanti eventi storici nazionali, spiega il comunicato stampa.

I Granatieri prendono il nome dalla parola “granata”, l’ordigno esplosivo nato nel XVII secolo, ed erano scelti tra i militari più prestanti fisicamente e di maggior statura, al fine di poter lanciare il più lontano possibile le granate e condurre attività di assalto.

Nonostante il cambio generazionale delle armi, già dal XVIII secolo, si apprende, i Granatieri di tutto il mondo hanno mantenuto la tradizionale selezione dei soldati più alti e forti.

Per un giorno, in un ambiente caratterizzato da alta professionalità e spirito cameratesco, soldati con differenti tradizioni militari e culture, provenienti da lontani paesi, hanno condiviso la “granata”, simbolo universale dell’antica specialità di fanteria, e il casco blu, che rappresenta l’impiego quali peacekeeper nella missione UNIFIL.

Quest’ultima, sotto egida della Risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite n.1701, annovera, tra i suoi compiti principali, la cessazione delle ostilità attraverso un costante monitoraggio della Blue Line; il supporto alla popolazione locale, anche attraverso la funzione operativa di Cooperazione Civile-Militare (CIMIC); il supporto alle Forze Armate libanesi (LAF) dislocate nel Libano del Sud, attraverso il coordinamento, la pianificazione e l’esecuzione di attività addestrative e operative congiunte.

Articoli correlati:

Il Sector West (SW) in Paola Casoli il Blog

La brigata Granatieri di Sardegna in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: SW UNIFIL

 

Article Categories:
Forze Armate · Libano