TAAC-W, Resolute Support: una security shura e una PTAA in vista dei lavori per la Ring Road a Qal’ha-Ye Now

Nella giornata del 17 marzo scorso si è sviluppata l’attività di consulenza programmata dai militari del contingente italiano, su base brigata Sassari, a favore delle Forze di Sicurezza afgane, situate nell’abitato di Qal’ha-Ye Now, a circa 120 Km a nord Est di Herat, ha fatto sapere con un comunicato stampa il Train Advise Assist West Command West (TAAC W) che opera a Herat al comando del gen Gianluca Carai.

L’attività si è svolta in un’area che sarà prossimamente interessata dalle opere per il completamento della Ring Road, ovvero l’arteria autostradale che collega l’intero paese.

Opere che avranno importanti ricadute economiche non solo per il territorio interessato dai lavori ma per l’intera regione ovest, sottolinea il comunicato stampa del TAAC-W, specificando che proprio “la chiara comprensione e condivisione da parte della popolazione locale sarà dunque il prerequisito essenziale per garantire l’avanzamento dei lavori nelle migliori condizioni di sicurezza”.

Per l’occasione, circa 100 istruttori italiani hanno condotto attività di consulenza a favore delle controparti locali, con l’obiettivo di monitorare le operazioni in corso e individuare le priorità da perseguire durante le prossime attività operative.

In aggiunta, il Comandante del TAAC W, gen Carai, ha presieduto una security shura con i rappresentanti politici locali, i comandanti delle Forze di Sicurezza locali e i capi villaggio e religiosi della zona, affrontando con loro i temi della sicurezza.

Nella caserma di Qal’ha-Ye Now oggi operano i militari dell’Afghan Nation Army (ANA), appartenenti alla 3^ brigata del 207° Corpo d’Armata, che continuano a ricevere formazione e consulenza, periodica, a cura dei militari italiani in missione in Afghanistan, attività definita PTAA (Periodic Train Advise Assist).

L’acronimo indica l’insieme di attività di addestramento e assistenza sviluppate in aree distanti dalla base di Camp Arena a Herat – sede del contingente nazionale – che non possono essere svolte con cadenza giornaliera e quindi vengono organizzate, periodicamente, sulla base delle richieste che le Forze di Sicurezza afgane rivolgono agli istruttori italiani.

Tali consulenze, che escludono l’impiego dei militari italiani in attività cinetiche, contribuiscono all’innalzamento delle competenze tecnico-tattiche dell’Esercito e della Polizia e rafforzano i legami con il territorio, spiega il comunicato stampa.

Il lavoro degli advisor italiani – che comprende anche le attività di PTAA – si sviluppa nell’ambito della missione di Resolute Support (RS) con il compito principale di addestrare, consigliare e assistere le Forze di Sicurezza locali, per migliorarne la funzionalità e la loro capacità di autosostenersi.

Articoli correlati:

Il TAAC-W RS in Paola Casoli il Blog

La brigata Sassari in Paola Casoli il Blog

Il PTAA in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: TAAC-W RS