Scuola Sottufficiali: MCM per il XX corso Certezza in ambito Una Acies 2018

Gli Allievi Marescialli del XX corso Certezza, nell’ambito delle attività addestrative pianificate per l’Esercitazione Una Acies 2018, hanno svolto lezioni di perfezionamento di Metodo di Combattimento Militare (MCM), disciplina già avviata in fase basica durante il primo anno accademico presso la Scuola Sottufficiali dell’Esercito, ha fatto sapere la stessa Scuola con un comunicato stampa del 16 luglio.

L’MCM, spiega il comunicato, è un “sistema di combattimento a distanza ravvicinata che risponde alle peculiari esigenze operative militari”. Questa disciplina è stata studiata al fine di garantire al militare, completamente equipaggiato, la sopravvivenza sul campo di battaglia, senza l’impiego delle armi da fuoco. Le lezioni offrono ai futuri istruttori una formazione completa, sia sulle discipline da combattimento che sui traumi e sulla psicologia del combattente.

Sviluppato su mandato dello stato maggiore dell’Esercito da parte di un Gruppo di progetto su base 187° reggimento Paracadutisti, l’MCM utilizza tecniche mutuate da altri sistemi di combattimento militari impiegati da Forze Armate di altri Paesi, dalle arti marziali e dagli sport di combattimento. Dal 2014 è diventato ufficialmente il sistema di combattimento corpo a corpo della Forza Armata.

“Si tratta di un mese di luglio intenso – scrive la Scuola Sottufficiali nel comunicato – per tutti gli Allievi Marescialli della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, impegnati con l’Esercitazione Una Acies 2018”.

In “un’unica schiera” parteciperanno a una serie di attività volte a standardizzare le capacità operative di uomini e donne della Forza Armata appartenenti a diverse categorie. Ufficiali e allievi marescialli si addestreranno insieme per acquisire un comune bagaglio di conoscenze, indispensabile premessa per un futuro professionale all’insegna dell’efficacia e dell’efficienza.

“Un ciclo di attività, essenzialmente pratiche, finalizzate a dotarli degli strumenti professionali idonei al ruolo di junior leader che andranno a ricoprire nell’ambito delle unità dell’Esercito Italiano”, conclude la Scuola Sottufficiali.

Articoli correlati:

Una Acies in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Scuola Sottufficiali dell’Esercito