Scuola Sottufficiali: Guardia d’onore al Quirinale del XXI Esempio

Giovedì 8 maggio scorso ha avuto luogo, alla presenza del Generale di Brigata Pietro Addis, Comandante della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, la cerimonia di Cambio della Guardia d’onore al Quirinale, servizio svolto da una compagnia di Allievi Marescialli del XXI corso “Esempio”, si apprende da un comunciato stampa della stessa Scuola.

Il tradizionale e suggestivo cambio della guardia ha avuto inizio con lo schieramento, nella Piazza del Quirinale, della Banda dell’Esercito.

A seguire, la Bandiera di Guerra, decorata di un Ordine Militare d’Italia, due Medaglie d’Oro, tre d’Argento e una di Bronzo al Valor Militare, e una Medaglia d’Argento di Benemerenza, e la compagnia montante del 1° Reggimento “Granatieri di Sardegna”.

Lo schieramento è stato completato dalla Bandiera d’Istituto, decorata di Medaglia di Bronzo al Valore dell’Esercito e di Medaglia d’Argento al Merito Civile, e dalla compagnia smontante della Scuola Sottufficiali dell’Esercito che, sfilando in parata, hanno lasciato il Palazzo del Quirinale.

Effettuata la cerimonia del cambio della guardia, la Bandiera di Guerra e la compagnia del 1° Reggimento “Granatieri di Sardegna“ hanno fatto il loro ingresso nel Palazzo del Quirinale.

La Guardia d’Onore viene svolta giornalmente, a rotazione, da differenti reparti e corpi delle Forze Armate. Come da tradizione, anche la Scuola Sottufficiali dell’Esercito partecipa alla turnazione in occasioni particolarmente significative come, quest’anno, in occasione della Festa dell’Esercito.

L’esperienza del servizio al palazzo presidenziale, “Casa degli Italiani”, rappresenta uno dei principali momenti formativi della sfera etico-militare per gli Allievi Marescialli: un evento importante, vissuto con intensità, orgoglio e amor patrio, sottolinea il comunicato.

La Scuola Sottufficiali dell’Esercito ha il compito di formare i Marescialli Comandanti di plotone e Marescialli con specializzazione Sanità. L’iter formativo si sviluppa coniugando una didattica di livello universitario con un’intensa attività ginnico-sportiva unitamente a un impegnativo programma di attività militari, teoriche e pratiche, svolte in sede, in aree e strutture addestrative sul territorio nazionale.

Fonte e foto: Scuola Sottufficiali dell’Esercito