Mar 22, 2010
78 Views
0 0

Sector West, Unifil: fanti italiani invitano trentanove sindaci libanesi a convivio

Written by

Galletti, sindaco Marakah, Francavilla e Sindaco Tiro durante inni nazionaliUna riunione conviviale nella base militare di Ma’rakah, nel sud del Libano, per “consolidare la conoscenza e la fiducia reciproca tra i fanti del 66° reggimento aeromobile Trieste impegnati nella missione Unifil e le autorità locali e per incrementare il livello di consenso della componente civile a favore della missione militare”.

Così il comunicato stampa del Sector West sulla riunione di sabato 20 marzo promossa dal comandante del 66° Trieste, colonnello Franco Galletti, nell’ambito del dettato della risoluzione Onu 1701 per il cessate il fuoco tra Hezbollah e Israele nella zona cuscinetto a sud del Libano.

I trentanove sindaci dell’area di responsabilità di Italbatt 1, unità di manovra del Sector West di Unifil su base 66° reggimento Trieste, hanno aderito all’invito dei fanti comandati dal colonnello Galletti per affinare il livello di comprensione reciproca.

Un’occasione per svelare senza ipocrisie le difficoltà per i militari impegnati in area a operare lontano dai propri cari in un ambito così delicato: “un lavoro lungo ma costante – lo ha definito il colonnello Galletti nel corso dell’incontro – che porterà alla realizzazione della ‘casa della pace’ che tutti noi auspichiamo”.

All’incontro, a cui ha presenziato il comandante del Sector West, generale di brigata Luigi Francavilla, il sindaco di Tiro Abdul Muhsen El Husseini ha evidenziato la capacità dei soldati italiani di operare nel pieno rispetto della cultura e della religione locali, riuscendo naturalmente a interagire con lo scenario libanese.

La cena che ha concluso l’incontro ha visto la partecipazione di circa 140 rappresentanti delle municipalità accompagnati dai familiari.

Fonte: Sector West, Unifil

Foto: Sector West, Unifil

Article Categories:
Forze Armate · Libano

Comments to Sector West, Unifil: fanti italiani invitano trentanove sindaci libanesi a convivio