Afghanistan, RC-W ISAF: il 3° reggimento alpini lascia la guida della Transition Support Unit Center di Shindand al 7° alpini

Nella base avanzata (FOB) La Marmora, a Shindand, nell’area di responsabilità italiana del Regional Command-West (RC-W) su base brigata Taurinense al comando del generale Dario Ranieri, si è tenuta oggi, 19 marzo, la cerimonia durante la quale il colonnello Andrea Bertocchi, comandante della Transition Support Unit Center (TSU-Center), ha ceduto il comando dell’unità al collega Stefano Mega.

La TSU – Center è l’unità che assiste e supporta le Forze di sicurezza afgane, sia Esercito che Polizia, nella provincia di Herat. Costituita su base 3° reggimento alpini di Pinerolo, e con il concorso di unità del 9° reggimento fanteria di Trani e del 32° reggimento genio guastatori di Torino, nel corso del proprio mandato ha vissuto un momento fondamentale nell’evoluzione della missione, come ricordato anche dal colonnello Bertocchi nel corso del suo discorso: il passaggio di responsabilità alle forze afgane (ANSF, Afghan National Security Forces), siglato lo scorso 20 febbraio, che rappresenta il culmine di sei intensi mesi di operazioni al fianco delle forze di sicurezza afgane.

Delle oltre 700 attività svolte dalla TSU, quasi 400 sono state sviluppate insieme alle ANSF e hanno consentito di incrementarne considerevolmente il grado di autonomia operativa, come dimostrano le operazioni condotte dall’Afghan National Army a livello brigata e battaglione. Queste ultime hanno consentito di arrestare numerosi ribelli e sequestrare armi, munizioni ed esplosivi, estendendo al tempo stesso il controllo delle forze di sicurezza alla difficile area di Toraghundi, valico di confine con il Turkmenistan, e al distretto di Shindand, l’area più critica della provincia di Herat.

La Transition Support Unit – Center, congiuntamente con le Forze di sicurezza afgane, ha inoltre garantito una costante presenza su tutta l’area di responsabilità garantendo la libertà di movimento sulle principali vie di comunicazione e la sicurezza della popolazione. Attività grazie alle quali, come ha ricordato il colonnello Bertocchi ringraziando tutti gli uomini e le donne al suo comando per lo straordinario lavoro svolto, si è sviluppato un proficuo rapporto professionale con le Forze di sicurezza afgane, creando i presupposti per la transizione della sicurezza nella provincia di Herat, avvenuta, appunto, a febbraio.

Articoli correlati:

La transition di ISAF in Paola Casoli il Blog

Afghanistan, RC-W ISAF: a Farah le forze afgane assumono la leadership di sei distretti, quattro a confine con l’Iran (19 marzo 2013)

Afghanistan, RC- W ISAF: a Shindand le forze afgane assumono la leadership nella provincia di Herat (22 febbraio 2013)

L’RC-W di ISAF in Paola Casoli il Blog

Fonte: RC-W ISAF

Foto: RC-W ISAF