I Granatieri di Sardegna celebrano domani a Roma il loro benefattore patrizio sardo Don Alberto Genovese: donò 120mila lire piemontesi nel 1776 per vedove, musica e messa di suffragio

Domani, martedì 18 febbraio, con inizio alle 10,30, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, i Granatieri di Sardegna ricorderanno con una cerimonia solenne e una messa in suffragio Don Alberto Genovese, Duca di San Pietro, benefattore del 1° reggimento Granatieri di Sardegna.

La solenne cerimonia, alla quale parteciperanno autorità militari e civili della città, commemora il patrizio sardo Don Alberto Genovese che nel 1776 donò al Reggimento di Sardegna 120.000 lire vecchie di Piemonte da utilizzare per la costituzione e mantenimento della musica reggimentale, per il sostentamento delle vedove dei soldati caduti e per la celebrazione di una messa in suffragio nel giorno della sua morte. La ricorrenza celebrata da allora tutti gli anni vedrà domani la presenza dell’Ordinario militare, monsignor Santo Marcianò.

I Granatieri di Sardegna sono impiegati, dal 27 ottobre 2013, in Libano nell’ambito dell’operazione Leonte XV, dove il 1° reggimento ha assunto il comando dell’unità di manovra italiana ITALBATT alle dipendenze del Comando del contingente italiano, su base brigata Granatieri di Sardegna, responsabile del settore Ovest.

Articoli correlati:

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: brigata Granatieri di Sardegna