NRDC-ITA esercita la proiettabilità degli assetti di ricognizione con la NATO OLRT Deployex 2017

Il Corpo d’armata di reazione rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA), con sede a Solbiate Olona, in provincia di Varese, nella caserma Ugo Mara, ha concluso ieri la “NATO OLRT DEPLOYEX 2017” (NATO Operational Liaison and Reconnaissance Team Deployment Communication Exercise 2017), ha fatto sapere lo stesso NRDC-ITA con un comunicato stampa del 2 marzo.

L’attività era prevista dal programma di Proficiency Training (PTP) volto a mantenere e verificare le capacità operative dello staff del NRDC-ITA nel ruolo di stand-by Joint Task Force, cioè comando con capacità interforze in turno di pronto impiego della NATO.

L’esercitazione era mirata ad addestrare i 30 componenti del team OLRT del NRDC-ITA, che rappresentano la prima forma di contatto con i diversi attori presenti in un’area di operazione, alle procedure di attivazione e dispiegamento dei sistemi di comunicazione e di comando e controllo in un eventuale teatro operativo.

Tali procedure sono state accertate provvedendo al trasporto del team OLRT, a bordo di due aeromobili dell’Aviazione dell’Esercito (AVES) resi disponibili dal Comando delle Forze Operative Terrestri-Comando Operativo Esercito (COMFOTER-COE) presso l’aeroporto militare di Trapani-Birgi, e realizzando, quindi, un Nucleo Comando e Controllo presso la Caserma Giannettino, sede del 6° reggimento Bersaglieri in Trapani.

L’esercitazione ha inoltre comportato l’attivazione, nella sede di Solbiate Olona, della sala operativa del NRDC-ITA (Operations Centre – OPSCEN) e del Deployment Coordination Team.

Durante la fase di condotta sono state effettuate numerose prove di collegamento con il Comando di Solbiate Olona, utilizzando i sistemi di comunicazione NATO e nazionali, classificati e non, assicurati dal cosiddetto “kit pesante OLRT per le comunicazioni campali” (OLRT HQ CIS Kit 001, heavy kit), posto in funzione grazie al supporto tecnico del 1° reggimento Trasmissioni di Milano.

Nell’ambito dell’esercitazione sono state simulate anche le attività di presa di contatto con i referenti delle istituzioni locali in un ipotetico teatro operativo d’impiego (Key Leaders Engagement).

L’esercitazione ha rappresentato una opportunità unica per addestrare un consistente numero di personale del Comando NRDC-ITA alla pianificazione e condotta di una delle attività chiave per l’avvio, qualora richiesto, di un’operazione in area di crisi, conclude il comunicato.

Articoli correlati:

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Gli OLRT in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA