Difesa, il SSSD on Tofalo a Washington esprime “le molteplici perplessità sul programma F35” al Sottosegretario Mrs Lord

Il Sottosegretario di Stato alla Difesa (SSSD) on Angelo Tofalo ha incontrato a Washington, nel corso della sua visita negli Stati Uniti, Mrs Ellen Lord, Sottosegretario alla Difesa degli Stati Uniti; il Generale Edwin Wilson, responsabile del settore Cyber Defense USA; e, nella sede della DIA (Defense Intelligence Agency), il Generale Robert Ashley, come si apprende dal suo addetto stampa in data 26 gennaio.

“Questa mattina – ha informato l’on Tofalo dal suo profilo facebook – ho incontrato Mrs Ellen Lord, Sottosegretario alla Difesa degli Stati Uniti, con la quale ho avuto un colloquio proficuo e costruttivo. Abbiamo spaziato sulle tematiche più significative e importanti di natura industriale e di cooperazione nel settore della Difesa”.

“Mrs Lord mi ha chiesto in particolare del programma F35. Me l’aspettavo. Con l’estrema sincerità che lega due popoli amici e con assoluta fermezza ho espresso le molteplici perplessità che questo governo ha sul programma. Ho chiaramente detto che è in atto uno studio specifico, approfondito ed attento sul dossier F35, mirato a verificarne anche il rapporto costi/benefici. In 20 anni abbiamo già speso diversi miliardi. Una volta completato lo studio, il Ministro [della Difesa, Elisabetta] Trenta lo sottoporrà al Presidente [del Consiglio, Giuseppe] Conte per le opportune valutazioni e conseguenti decisioni. Nel contempo ho anche chiesto al mio omologo statunitense di supportarci politicamente nell’indirizzare altri Paesi a realizzare i propri velivoli in Italia presso la FACO di Cameri, asset strategico della nostra Aeronautica Militare, al fine di salvaguardare le capacità occupazionali dello stabilimento. Con Mrs Lord abbiamo poi affrontato la tematica della cyber security e l’eventualità di iniziare collaborazioni specifiche nel settore.”

Con il Generale Edwin Wilson, responsabile del settore Cyber Defense USA, “abbiamo affrontato approfondimenti sulla legislazione, sia statunitense che italiana, che disciplina lo specifico settore”, informa poi l’on Tofalo: “Si è parlato di formazione, di reclutamento e di future linee guida per il cyber a livello globale. Ci siamo intesi da subito e ripromessi di incontrarci nuovamente al più presto per partire con nuove e importanti collaborazioni tra Italia e USA.”

Nella stessa giornata Tofalo ha incontrato nella sede della DIA (Defense Intelligence Agency) il Generale Robert Ashley.

Scrive il sottosegretario Tofalo: “In un ambiente di particolare amicizia e apertura abbiamo discusso importanti temi di reciproco interesse, riguardanti: la protezione cibernetica delle nostre infrastrutture militari, le procedure e le best practices per la formazione del personale e per l’incremento della cultura della sicurezza informatica e la tutela del nostro patrimonio tecnologico e di conoscenze. Abbiamo infine concordato di incrementare la già ottima collaborazione nel settore attraverso dedicati incontri tra esperti. Il Gen Ashley mi ha infine ringraziato per il contributo e il ruolo che l’Italia svolge con i propri militari in molteplici e difficili teatri operativi nel mondo.”

Infine, la visita al Pentagono e al Memorial dedicato alle vittime dell’11 settembre 2001, per l’on Tofalo “una ferita alla democrazia che non si potrà mai rimarginare.”

Fonte: Cap Massimiliano Rizzo Addetto Stampa del Sottosegretario di Stato alla Difesa, On Angelo Tofalo

Foto dal profilo facebook dell’on @AngeloTofalo