Lug 3, 2020
69 Views
0 0

TAAC-W, RS: la sicurezza al centro dei colloqui tra il Comandante Gen Barduani e il Governatore di Badghis

Written by

Nell’ambito degli incontri con i Security Pillars dell’area di responsabilità del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), il Comandante del contingente italiano in Afghanistan, Generale di Brigata Enrico Barduani, ha ricevuto nei giorni scorsi la visita del Governatore della Provincia di Badghis, Abdul Ghafoor Malekzai.

È lo stesso TAAC-W a darne notizia con un comunicato stampa di oggi, 3 luglio.

L’incontro, organizzato per motivi di sicurezza in un’area riservata di Camp Arena a Herat, ha consentito un proficuo scambio di informazioni e aggiornamenti sulle condizioni generali della provincia che occupa la parte settentrionale della Regione di Herat, e ha permesso di approfondire alcuni aspetti relativi alle principali attività condotte dalle rispettive istituzioni nell’area.

“Nel corso del colloquio, svoltosi in un clima di cordialità, il Comandante del TAAC-W e il Governatore di Badghis hanno ampiamente discusso della situazione di sicurezza nella provincia e, anche, delle conseguenze legate all’emergenza covid-19, che sta pesantemente impattando sul tessuto sociale ed economico dell’area, in particolare nella città capoluogo di Qal’ah-ye Now, valutando le possibilità per eventuali ulteriori collaborazioni”, spiega in dettaglio il TAAC-W.

Malekzai ha inoltre espresso l’auspicio che, in un momento particolare come quello attuale, le forze della coalizione possano incrementare il supporto in favore delle istituzioni locali, sostenendo con maggior vigore e determinazione le attività operative delle forze di sicurezza afgane (ANDSF), impegnate per la tutela e la salvaguardia della popolazione e del territorio.

Il TAAC-W, Comando NATO a guida italiana attualmente su base 132^ Brigata corazzata Ariete, in cui operano uomini e donne dell’Esercito Italiano, dell’Aeronautica Militare, della Marina Militare e dell’Arma dei Carabinieri, è responsabile nell’ambito dell’operazione Resolute Support della parte occidentale dell’Afghanistan, che comprende le province di Herat, Badghis, Farah e Ghor, per un’estensione territoriale pari all’intero Nord Italia e una popolazione di circa quattro milioni di abitanti.

È composto da militari di 8 nazioni (Albania, Ungheria, Lituania, Romania, Slovenia, Ucraina, Stati Uniti d’America, oltre all’Italia) che operano con l’obiettivo di contribuire all’addestramento, all’assistenza e alla consulenza in favore delle istituzioni e delle Forze di Sicurezza afgane, impegnate nella creazione di adeguate condizioni di sicurezza e prosperità per la popolazione locale.

Il contributo italiano ha consentito finora alla regione ovest dell’Afghanistan di raggiungere standard di sicurezza e sviluppo tra i più elevati nel paese, conclude il comunicato.

Fonte e foto: TAAC-W, RS

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate