Apr 26, 2012
161 Views
0 0

Afghanistan, Herat: sette militanti talebani uccisi ieri dalle forze afgane nel distretto di Shindand

Written by

Sono sette i militanti talebani uccisi dalle forze afgane ieri 25 aprile a Zerkoh, nel distretto di Shindand in provincia di Herat, secondo quanto riportato dall’agenzia Bakhtar News Agency (BNA).

Stando a quanto riferito, il gruppo di militanti avrebbe attaccato le forze afgane nell’atto di distruggere fattorie di oppio nell’area. Il portavoce della polizia di Herat, Noor Khan Nikzad, ha parlato con la BNA di sette morti e tre feriti, tra le fila dei talebani, e un ferito, tra i militari afgani.

Nikzad ha motivato l’attacco con il disaccordo dei talebani verso il programma di distruzione della fattorie produttrici di oppio, che sono concentrate proprio nel sudovest.

L’Afghanistan occidentale è l’area di responsabilità italiana nell’ambito della missione ISAF a guida NATO. A Herat ha sede il comando del Regional Command-West (RC-W) di ISAF, attualmente su base brigata Garibaldi al comando del generale Luigi Chiapperini.

Nell’ambito della missione ISAF è in corso il processo della transizione, o transition, dei poteri dalle forze della coalizione alle forze afgane, con il graduale passaggio di controllo delle operazioni e del territorio ai militari afgani.

Gli OMLT, recentemente divenuti SFAT nell’ottica di progressione della transition, controllano da vicino tutto il processo di trasferimento della responsabilità.

Articoli correlati:

L’RC-W ISAF in Paola Casoli il Blog

La transition in Paola Casoli il Blog

Afghanistan, RC-W ISAF: TOA all’OMLT, via il colonnello Fabbri subentra il collega Coppola. E da oggi l’OMLT diventa SFAT (16 aprile 2012)

Fonte: BNA

Foto: boston.com (REUTERS/Goran Tomasevic)

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate · Sicurezza