Nov 20, 2007
39 Views
0 0

Kosovo: calma piatta. Intanto arrivano i parà del Tuscania

Written by

pubblicato da Embedded il 20 novembre 2007

Il voto del 17 si è svolto nella massima tranquillità. La bassa percentuale di affluenza, pari al 43%, è stata giudicata negativamente dal capo della missione di osservazione elettorale del Consiglio d’Europa Giovanni Di Stasi, che ha ritenuto il dato allarmante e pericoloso per il futuro più prossimo.

Se gli albanesi si sono presentati al voto in così bassa percentuale, circa il 94% della totalità degli affluiti alle urne, allora il voto non è stato scambiato come espressione di una scelta di indipendenza del Kosovo come poteva sembrare fino alla scorsa settimana.

A Pristina, ma anche a Decane, Pec/Peja, Prizren, Bresovica, c’è molta calma e non si sono verificati disordini. Per ogni eventualità nella base dei Carabinieri a Pristina sono arrivati da due giorni anche una decina di paracadutisti del reggimento Tuscania, specializzati nella gestione di situazioni di emergenza.

“La loro presenza eleva il profilo qualitativo della nostra missione in teatro operativo”, spiegano alla Msu. Una missione quella dei Carabinieri della Msu che è impegnata in prima linea nel mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Article Categories:
2007 · Forze Armate · Kosovo · past papers