Feb 24, 2012
79 Views
0 0

Afghanistan, Governabilità e Sviluppo: all’RC-W si è parlato di potenziare viabilità e aeroporto

Written by

Il potenziamento della rete stradale e l’impulso del nuovo aeroporto di Herat, il cui terminal è stato realizzato dal PRT e recentemente intitolato all’alpino Massimo Ranzani, sono i temi discussi al sesto incontro del Gruppo di lavoro sulla Governabilità e Sviluppo (Development & Governance Working Group- DGWG) presso la sede del Regional Command West (RC- W) ISAF di Herat, comando NATO a guida italiana su base brigata Sassari al comando del generale Luciano Portolano.

Lo scopo del gruppo di lavoro, si apprende dal comunicato stampa dell’RC-W ISAF, è stato quello di verificare lo stato di avanzamento dei progetti di sviluppo delle principali vie di comunicazione nell’area di responsabilità italiana nell’Afghanistan occidentale.

Il Gruppo di lavoro è uno strumento di controllo a favore del governo locale afgano e di RC- W per facilitare il lavoro delle autorità locali nella gestione dei finanziamenti della comunità internazionale e, in particolare, dell’Italia.

Il generale Luciano Portolano, insieme con i governatori delle quattro province presenti nell’area di responsabilità (Herat, Farah, Badghis e Ghor) e con una rappresentanza del governo centrale afgano, ha affrontato il tema del potenziamento della viabilità e dello sviluppo dell’aeroporto di Herat quale futuro scalo civile internazionale; del rinnovato impulso ai temi della formazione del personale aeroportuale afgano e dell’adeguamento alla regolamentazione ICAO (International Civil Aviation Organization), con il contributo della componente dell’Aeronautica Militare dello staff dell’RC-W.

L’incontro ha costituito l’occasione di ribadire l’importanza della promozione dello sviluppo economico nell’area con il sostegno delle istituzioni governative locali, al fine di consolidare i risultati ottenuti in tema di sicurezza tramite le operazioni di controinsorgenza.

Al convegno, si apprende, hanno partecipato le autorità governative afgane e rappresentanze delle principali organizzazioni nazionali e internazionali impegnate nel processo di ricostruzione e sviluppo della regione, tra cui UNOPS, USAID.

La componente diplomatica è stata rappresentata dal personale del ministero degli Esteri italiano, del dipartimento di Stato degli Stati Uniti, della Cooperazione spagnola e dell’ambasciata giapponese, stante il forte impegno finanziario del Giappone nell’area.

Articoli correlati:

Afghanistan, il Capo di SME, generale Graziano, inaugura aeroporto Ranzani a Herat, primo passo verso hub internazionale (14 febbraio 2012)

L’RC-W ISAF in Paola Casoli il Blog

La brigata Sassari in Paola Casoli il Blog

Fonte: RC-W ISAF

Foto: RC-W ISAF

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate · Sicurezza