Mar 26, 2013
141 Views
0 0

Siria, attesa in settimana visita del comandante di USEUCOM amm Stavridis ai Patriot in Turchia

Written by

È un tweet dell’ammiraglio James Stavridis, già comandante delle forze NATO in Europa (SACEUR), e ora comandante delle truppe statunitensi in Europa (USEUCOM), a dare comunicazione della sua imminente visita alle postazioni Patriot in Turchia.

L’ammiraglio ha tutta l’intenzione di “vedere di prima mano come viene protetta l’Alleanza”, dopo il posizionamento di sei basi di missili Patriot sul territorio turco a confine con la Siria con l’obiettivo di salvaguardare la Turchia da eventuali sconfinamenti della guerra in atto nel paese di Bashar al-Assad.

Non più tardi di una settimana fa, lo scorso 20 marzo, il top commander aveva dichiarato all’Armed Services Committee del Senato americano che la NATO si sta preparando nell’eventualità di un intervento militare in Siria e che le forze statunitensi intendono farsi trovare pronte nel caso di richiesta di coinvolgimento.

È probabile che i paesi NATO si stiano orientando verso l’imposizione di una no-fly-zone e di un embargo alle armi, secondo quanto riferito una settimana fa, oltre al supporto alle forze di opposizione. Le postazioni Patriot recentemente installate in Turchia, al confine con la Siria, saranno allora impiegate per il supporto difensivo.

Articoli correlati:

La NATO riconsidera l’atteggiamento verso la Siria. Possibile un intervento militare (20 marzo 2013)

Pronte e operative in Turchia tutte le batterie dei missili Patriot della NATO (17 febbraio 2013)

Le tensioni Turchia-Siria in Paola Casoli il Blog

I missili Patriot in Turchia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto Twitter

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza