Mag 24, 2016
13 Views
0 0

Esercito: l’Arma di Fanteria si festeggia 101 anni dopo il passaggio del Piave e cambia il drappo della Bandiera di Guerra

Written by

Sfilamento dei RepartiSi è celebrata oggi, 24 maggio, nella caserma Ugo Bartolomei a Cesano, Roma, la Festa dell’Arma della Fanteria.

Nella cerimonia è stato anche cambiato il drappo della Bandiera di Guerra dell’Arma, “concessa alla Fanteria  il 23 marzo 1982 e decorata con due Ordini Militari d’Italia, una medaglia d’oro al valor Civile e una medaglia d’oro al valore dell’Esercito”, come ha ricordato il comandante della Scuola di Fanteria, generale Massimo Mingiardi.

L’intero evento si è svolto alla presenza del comandante per la Formazione, specializzazione e dottrina dell’Esercito, generale Giorgio Battisti, e numerose autorità civili, tra cui il presidente della Circoscrizione di Cesano, Daniele Torquati.

Deposizione Drappo vecchio presso il Sacrario della Scuola di FanteriaDurante la celebrazione, legata all’anniversario della Grande Guerra, il comandante della Scuola di Fanteria, generale Mingiardi, ha provveduto al cambio del drappo della Bandiera di Guerra dell’Arma di Fanteria, simbolo per ogni soldato della Patria.

Il nuovo e il vecchio Tricolore, posti uno accanto all’altro, si sono scambiati di posto: il drappo vecchio, ormai logoro e memoria del passato e della storia, ha lasciato spazio ai nuovi impegni, ai nuovi obiettivi, alle nuove sfide a cui i Fanti d’Italia saranno chiamati, sottolinea il comunicato stampa della Scuola di Fanteria.

A far da cornice all’emozionante cerimonia anche centinaia di bambini delle scolaresche degli istituti d’istruzione di Cesano e dintorni e i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’Arma con i loro labari e medaglieri. Le scolaresche hanno avuto modo di assistere all’atterraggio di una squadra di paracadutisti del Gruppo sportivo Esercito, che ha effettuato un lancio con tecnica in caduta libera.

Schieramento dei RepartiAl termine della cerimonia, gli alunni hanno provato l’addestramento militare, testando l’attraversamento del ponte tibetano e la salita sulla parete di roccia artificiale. Inoltre, sul piazzale della caserma è stata allestita un’esposizione dei più moderni equipaggiamenti e veicoli in dotazione alla Fanteria, tra cui il cingolato Dardo e i blindati Lince e Freccia 8×8, impiegati dai contingenti italiani all’estero.

L’Arma di Fanteria, da sempre denominata “La Regina delle Battaglie”, rappresenta l’immagine stessa degli eserciti, dei combattimenti di massa, delle trincee. Oggi il soldato di Fanteria è un combattente tecnologicamente avanzato che rappresenta un elemento determinante nei moderni scenari di impiego dell’Esercito.

Le scolareche in visita alla mostra staticaL’Arma di Fanteria, con le sue specialità Granatieri, Bersaglieri, Alpini, Paracadutisti e Lagunari, continua a garantire con competenza e umanità il sostegno e la protezione alla popolazione sia in Italia sia all’estero.

Articoli correlati:

Esercito: Festa della Fanteria e cambio del drappo della Bandiera di Guerra (23 maggio 2016)

L’Arma di Fanteria in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Scuola di Fanteria

Le scolareche in visita al Sacrario della Scuola di Fanteria

Il Comandante per la Formazione Specializzazione e Dottrina dell'Esercito Gen. C.A. Battisti

Cambio del drappo della Bandiera di Guerra dell'Arma di Fanteria

Aviolancio Paracadutisti Gruppo Sportivo Esercito

Gruppo Bandiera

Article Categories:
Forze Armate