CESIVA: in corso la preparazione per Afghanistan e Iraq della Taurinense e del 66° Trieste e 6° Alpini

A poche settimane dalla validazione dei posti comando della brigata Granatieri di Sardegna, di prossimo impiego nel Libano del Sud nell’ambito della missione UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon), la caserma Giorgi di Civitavecchia ospita la brigata Taurinense, prossimamente impegnata  in terra afgana alla guida della missione NATO Train Advise Assist Command West (TAAC W), operante nella regione ovest dell’Afghanistan nel contesto più ampio della missione NATO Resolute Support.

Lo rende noto un comunicato stampa di oggi, 31 marzo, del Centro di Simulazione e Validazione dell’Esercito (CeSiVa), principale riferimento dell’Esercito per l’applicazione della simulazione addestrativa nell’approntamento dei posti comando, degli staff e delle unità destinate all’impiego fuori del territorio nazionale.

Nel corso dell’esercitazione, finalizzata alla verifica delle capacità operative dei posti comando (CPX – Command Post Exercise), il personale della Taurinense sarà valutato principalmente sulle capacità di pianificazione e produzione di ordini, sul monitoraggio della situazione e l’aggiornamento delle Common Operational Pictures (COP), sulla gestione delle informazioni e delle emergenze e infine sulla emanazione degli ordini.

Nel contempo, si apprende, il CAT (Centro addestramento tattico) di Brunico fa da scenario a un’importante esercitazione live, durante la quale verranno ricreati fedelmente gli scenari e le situazioni che gli staff e le unità incontreranno una volta schierati in teatro operativo, consentendone così la verifica dei cicli decisionali.

“Aquila 1/2017” è il nome dell’attività addestrativa in questione finalizzata all’approntamento delle truppe di prossimo impiego in Afghanistan e Iraq come Quick Reaction Air/Quick Reaction Force (QRA/QRF).

Due le unità che si contrappongono: quella Blufor, composta da un plotone del 66° reggimento Fanteria aeromobile Trieste, e quella Opfor, formata da un plotone del 6° reggimento Alpini.

L’attività del CeSiVa è focalizzata soprattutto sull’organizzazione di esercitazioni volte ad attestare il raggiungimento delle capacità operative individuate come fondamentali per l’assolvimento della missione, utilizzando sistemi informatici tecnologicamente avanzati di simulazione e di comando e controllo, e avvalendosi della collaborazione di esperti di settore e di personale già impiegato nel teatro operativo di riferimento.

Articoli correlati:

Il Cesiva in Paola Casoli il Blog

La brigata Taurinense in Paola Casoli il Blog

Il 66° rgt Trieste in Paola Casoli il Blog

Il 6° rgt Alpini in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CeSiVa