Feb 14, 2024
70 Views
0 0

Esercito: la Garibaldi conclude l’esercitazione Scacco Matto

Written by

Si è conclusa l’esercitazione Scacco Matto, che ha visto impegnate le unità della Brigata bersaglieri Garibaldi in un lungo ciclo di attività addestrative nell’ambito delle attività di approntamento per la preparazione dei pacchetti di forze ad elevato stato di prontezza NATO. Lo ha fatto sapere il 4° reggimento Carri con un comunicato stampa del 14 febbraio.

L’esercitazione, condotta sotto la guida del 4° reggimento Carri, è stata l’occasione per condurre anche l’addestramento di specialità carrista, esploratore, mortaista e guastatore, per la crescita dei Junior Leaders e il rapido inserimento del personale neo-assegnato, spiega il comunicato, proseguendo così nel percorso di rivitalizzazione della capacità Genio su piattaforma Dardo.

Le prime due settimane del campo d’arma si sono svolte al CAT (Centro Addestramento Tattico) dove, con l’ausilio di sistemi di simulazione, è stato testato il livello di preparazione delle unità nella pianificazione e nella condotta di attività tattiche offensive e difensive. In seguito, sono state svolte attività a fuoco, seguendo un progressivo livello di complessità, culminate con l’esercitazione finale di un complesso minore pluriarma con impiego di carri armati Ariete, Blindo Centauro e VCC Dardo nella condotta di un attacco, in ambiente notturno, nell’ambito di un’attività tattica di sfruttamento del successo.

L’esercitazione finale, svoltasi alla presenza del Comandante della Garibaldi, Generale di Brigata Mario Ciorra, ha evidenziato l’ottimo livello di preparazione raggiunto da tutto il personale esercitato, conclude il comunicato, a conferma dell’elevato impegno profuso dalle unità della Brigata per assicurare un costante livello di prontezza e garantire un’elevata capacità di operare in ogni scenario di crisi con rapidità ed efficacia.

Fonte e foto: 4° rgt Carri

 

Article Categories:
Forze Armate