Dic 12, 2011
115 Views
0 0

Afghanistan, un Lince italiano distrutto a pochi chilometri dalla base Lavaredo per l’esplosione di un ordigno

Written by

Era l’ora del pranzo della domenica ieri in Italia, alle 13.15, quando un’unità della Task Force Sud-Est, su base reggimento San Marco della Marina Militare, è stata coinvolta in Afghanistan nell’esplosione di un ordigno improvvisato (IED, Improvised Explosive Device) nel corso di una attività operativa nell’ambito della missione ISAF.

L’esplosione, che ha danneggiato un veicolo tattico Lince e che non ha provocato feriti, è avvenuta a circa 5 chilometri a sud dall’area della Forward Operating Base (FOB) Lavaredo, avamposto nel distretto di Bakwa, nel settore di responsabilità italiana attualmente sotto comando della brigata Sassari.

Il Lince, così come definito nel sito dell’Esercito Italiano, è un Veicolo Tattico Leggero Multiruolo (VTLM) a trazione integrale 4×4, impiegabile in ogni ambiente operativo grazie alla sua versatilità e alla temperatura di esercizio che vai da 32 gradi sottozero ai 49 sopra lo zero.

E’ dotato di un elevato livello di sopravvivenza del personale trasportato grazie al particolare studio della cellula di trasporto e ai kit aggiuntivi di corazzatura. Pesa 6 tonnellate e mezzo ed è lungo 4,8 metri, largo 2 metri e alto 2. Può raggiungere la velocità massima di 130 chilometri all’ora e ha un’autonomia di 500 chilometri.

Il Lince trasporta quattro persone di equipaggio e il pilota. La sua capacità di trasporto utile è di circa 2,3 tonnellate.

Articoli correlati:

L’RC-W ISAF in Paola Casoli il Blog

La brigata Sassari in Paola Casoli il Blog

Fonte: RC-W ISAF

Foto: RC-W ISAF

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate · Sicurezza