Feb 9, 2012
158 Views
0 0

Afghanistan, Herat: cambio al CAI-I. Il colonnello Esposito subentra al colonnello Sibilia

Written by

Si è svolto lo scorso 7 febbraio a Camp Arena, a Herat, l’avvicendamento del Direttore del Centro Amministrativo d’Intendenza Interforze (CAI-I) tra due ufficiali del Corpo di Commissariato dell’Aeronautica Militare, il colonnello Guglielmo Sibilia, direttore uscente, e il colonnello Salvatore Esposito, direttore subentrante.

La cerimonia del passaggio di consegne si è tenuta alla presenza del generale Luciano Portolano, comandante del Regional Command West (RC- W) di ISAF, comando NATO a guida italiana su base brigata Sassari.

Si conferma così la continuità del CAI-I, polo amministrativo di riferimento del contingente nazionale schierato in Afghanistan, basato su una forza di circa 4.200 uomini.

Il CAI-I, come fa sapere il comunicato di RC-W che riporta l’evento, provvede non solo ad assicurare il trattamento economico del personale contingentato, ma anche ad acquisire beni e servizi per il funzionamento del comando stesso; delle Unità Operative Autonome, ovvero le Task Force che operano da nord a sud dell’area di responsabilità; di ITALFOR Kabul.

Il CAI-I, inoltre, provvede ad appaltare lavori infrastrutturali, nonché ad affidare opere e acquisire beni per gli interventi di cooperazione civile-militare (CIMIC) che vengono seguiti dallo staff del Comando regionale e dal Provincial  Recostruction Team (PRT) di Herat.

Il generale Portolano, si apprende, ha ringraziato nel suo intervento il direttore uscente colonnello Sibilia per l’efficace collaborazione fornita e per la disponibilità dimostrata nei confronti di tutto il personale; evidenziandone la professionalità nell’affrontare la complessa attività del CAI-I, finalizzata a soddisfare le molteplici esigenze del contingente in un teatro operativo particolare e articolato come quello afgano.

Il colonnello Sibilia, da parte sua, ha sottolineato come l’attività in teatro, finalizzata in primo luogo a favorire la stabilizzazione e lo sviluppo del tessuto economico-sociale dell’Afghanistan, abbia costituito un momento fondamentale per la sua esperienza umana e professionale. Un’attività, come lui stesso ha definito nel discorso di saluto, impegnativa ma esaltante.

Articoli correlati:

L’RC-W ISAF in Paola Casoli il Blog

La brigata Sassari in Paola Casoli il Blog

Il generale Luciano Portolano in Paola Casoli il Blog

Fonte: RC-W ISAF

Foto: RC-W ISAF

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate