Ott 2, 2014
137 Views
0 0

COMFODI-NORD: cerimonia del 1° anniversario. Foto

Written by

Nella mattinata di ieri, 1° ottobre, nella caserma Piave di Padova, si è celebrato il 1° anniversario della costituzione del Comando Forze di Difesa Interregionale-Nord (COMFODI-NORD).

La cerimonia si è tenuta in occasione del tradizionale alzabandiera che si svolge mensilmente alla presenza delle principali autorità civili e militari, tra le quali il neo insediato Comandante delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER), generale Alberto Primicerj.

Il Comando, che trae origine dalla soppressione del Comando Forze di Difesa (1° FOD) di Vittorio Veneto (link articolo in calce) e dall’elevazione a rango di corpo d’armata del pre-esistente Comando Militare Esercito Veneto di Padova, è divenuto, in breve tempo, un punto di riferimento sia nell’ambito dell’organizzazione militare sia nel mondo civile.

Il comandante, generale Bruno Stano, ha espresso nel corso del proprio intervento parole di viva soddisfazione per il grande sforzo compiuto dal personale civile e militare di COMFODI-NORD e per l’encomiabile spirito di servizio sempre dimostrato, fattori, questi, che hanno reso possibile la realizzazione dell’operatività del Comando fin dai suoi primi mesi di vita.

COMFODI-NORD ha la responsabilità di coordinare i concorsi operativi e non nella parte centro-settentrionale della penisola, un’area pari a 152mila chilometri quadrati che comprende dieci regioni amministrative e sessantadue province.

Esercitando le funzioni di comando tattico su tutte le unità della Forza Armata dislocate in questa ampia area di giurisdizione, il Comando è l’unico interlocutore diretto delle Prefetture ivi insistenti, nel caso si renda necessario l’intervento dell’Esercito per particolari situazioni di emergenza.

Nel corso delle eccezionali ondate di maltempo che hanno caratterizzato i primi mesi del 2014, l’alto comando di Padova è intervenuto efficacemente in ben tre delle dieci regioni amministrate: Veneto (Treviso e Belluno), Emilia Romagna (Modena) e Toscana (Pisa), fornendo un contributo decisivo in favore delle popolazioni colpite dalle alluvioni.

Il Comando Forze di Difesa Interregionale Nord, sempre nel corso del 2014, ha coordinato l’intervento degli artificieri di sette dei dodici reggimenti genio dell’Esercito nell’attività di bonifica del territorio da ordigni bellici inesplosi.

In particolare, va ricordato il disinnesco e la rimozione del pericoloso ordigno da 4.000 libbre (2.500 kg di tritolo circa) della Seconda Guerra Mondiale, rinvenuto nella zona dell’ex aeroporto Dal Molin a Vicenza (link articoli in calce).

Tale complessa e delicatissima operazione di neutralizzazione, che ha comportato l’evacuazione di circa 30.000 abitanti, residenti in un raggio di 2,5 km dal luogo di ritrovamento della bomba, si è conclusa positivamente liberando la città dalla minaccia.

Inoltre, la complessa esercitazione di Protezione Civile, denominata Galileo, svoltasi a Padova lo scorso 20 giugno, ha visto il Comando protagonista, unitamente a diversi reparti dell’Esercito e alle altre componenti del Servizio nazionale di Protezione Civile, nel fornire testimonianza di pronta risposta e tempestività d’intervento, nonché di sinergica cooperazione fra la struttura militare e quella civile.

Infine, il Comando Forze di Difesa Interregionale-Nord continua la propria incessante azione di coordinamento, nell’ambito dell’operazione Strade Sicure (ancora in atto), nei confronti dei sei raggruppamenti dell’Esercito (oltre 1.400 uomini impiegati)  schierati in tredici città del centro-nord Italia, che forniscono il proprio concorso alle Forze di Polizia nel pattugliamento delle città, nella vigilanza esterna a centri di accoglienza o a siti particolarmente sensibili tra i quali spicca, per l’importanza strategico-nazionale che esso riveste, il cantiere della TAV in Val Susa.

Articoli correlati:

1° FOD Vittorio Veneto: cerimonia d’addio (28 settembre 2013)

Il disinnesco della bomba di Vicenza (Bomba Day, Old Lady) in Paola Casoli il Blog

L’esercitazione Galileo 2014 in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFODI-NORD

Article Categories:
Forze Armate