Dic 14, 2015
148 Views
0 0

KFOR: TOA al MNBG-W, il 4° reggimento Carri di Persano dà il cambio al 132° reggimento Carri di Cordenons

Written by

20151211_Gen. Miglietta passa in rassega i repartiVenerdì scorso, 11 dicembre, nella base Villaggio Italia, il 4° reggimento Carri di Persano (Salerno) ha dato il cambio al 132° reggimento Carri di Cordenons (Pordenone) nella guida del Multinational Battle Group West (MNBG-W), l’unità multinazionale a guida italiana responsabile del settore occidentale del Kosovo. Il 132° reggimento, insieme al personale del 7° reggimento Trasmissioni di Sacile (Pordenone), rientra in terra friulana dopo sei mesi di missione.

La cerimonia di avvicendamento tra il colonnello Ciro Forte, comandante uscente, e il parigrado Alessandro Salvatore Sarcià è avvenuta alla presenza del generale Guglielmo Luigi Miglietta, 20151211_Il gen. Miglietta consegna la medaglia NATO al Col. Fortecomandante della Kosovo Force (KFOR), dell’Ambasciatore per l’Italia in, Kosovo Andreas Ferrarese, e dell’ammiraglio Giovanni Gumiero, Capo di stato maggiore del Comando Operativo di Vertice Interforze (COI), oltre a numerose autorità civili e militari convenute per l’occasione.

 “Forti, intelligenti, professionali e unici veri artefici del successo raggiunto dall’Unitá”, ha dichiarato dei militari del 132° Carri il comandante uscente, col Forte. Parole di apprezzamento per il lavoro svolto durante il periodo di missione sono state formulate ai militari anche dal comandante di KFOR, gen Miglietta.

20151211_stendardo del 132° rgt carriNel corso della missione i carristi di Cordenons hanno contribuito al mantenimento di un ambiente stabile e sicuro e della libertà di movimento in Kosovo, garantendo in particolare la salvaguardia e la protezione del monastero di Visoki Decani, luogo di culto serbo-ortodosso che dal 2004 è parte del patrimonio culturale tutelato dall’UNESCO.

Numerose anche le attività di cooperazione civile-militare (CIMIC) svolte nella piena imparzialità e nel più profondo rispetto delle culture, delle etnie e del credo religioso.

L’unità, oltre a numerose donazioni di materiale a organizzazioni locali, ha concluso diversi progetti di ristrutturazione finalizzati al ripristino e al miglioramento di strade e di condizioni igienico-sanitarie presso istituti scolastici. Importante anche il contributo allo sviluppo delle istituzioni operanti nel campo dell’assistenza e del soccorso ai cittadini, come Vigili del Fuoco e Croce Rossa.

20151211_Stendardo del 4° rgt carriI carristi di Persano opereranno al Multinational Battle Group West in una compagine multinazionale insieme ai militari sloveni, austriaci e moldavi.

Il 4° reggimento Carri, che negli ultimi anni ha contribuito con vari assetti a operazioni fuori area tra cui Iraq, Libano e Afghanistan, torna in Kosovo dopo circa 15 anni. Infatti nel 2001 il reggimento Carri deteneva la leadership della Task Force Sauro, in Decani, nell’ambito dell’Operazione Joint Guardian.

Articoli correlati:

Il MNBG-W di KFOR in Paola Casoli il Blog

KFOR in Paola Casoli il Blog

Il CIMIC in Kosovo in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: MNBG-W

20151211_L'Ammiraglio Grumiero passa in rassegna i reparti

20151211_Il Gen. Miglietta consegna la bandiera NATO al Col. Sarcià APERTURA

Article Categories:
Forze Armate · Kosovo